Casa di riposo Zangheri, Forza Italia contro Di Maio: "Italia Viva avversaria della precedente dirigenza"

"Diversamente dalle dichiarazioni dell’Onorevole si dovrebbe comprendere, laddove si debbano salvare i lavoratori e gli ospiti, che le problematiche emerse durante il periodo della pandemia siano una esclusiva responsabilità della direzione"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Mi sia consentito di unire al Sindaco Zattini ed al Commissario Provinciale e Vicario Regionale Luca Bartolini, i miei sinceri auguri di buon lavoro al nuovo Presidente della Zangheri Dottor Luca Zambianchi. Non sono riuscito altresì a decifrare il messaggio che l’Onorevole Marco Di Maio ha parimenti affidato alla stampa, laddove si professa da sempre sostenitore dell’istituto quale socio onorario, esprimendo plauso per un nuovo inizio, necessario agli ospiti ed alle maestranze. Quanto sopra, nella misura in cui il Consigliere Marchi, che milita nel suo stesso partito, sia stato il più acerrimo, pervicace, insistente, pedissequo, sistematico avversario delle attività condotte dall’istituto e dallo staff per non parlare della direzione, oltre alla sempre colpevole Presidente. Delle due una, o ci troviamo di fronte ad una evidente contraddizione tra componenti dello stesso partito oppure i due esponenti hanno inscenato l’antico ruolo del poliziotto buono e di quello cattivo.

Diversamente dalle dichiarazioni dell’Onorevole si dovrebbe comprendere, laddove si debbano salvare i lavoratori e gli ospiti, che le problematiche emerse durante il periodo della pandemia siano una esclusiva responsabilità della direzione, del Consiglio di Amministrazione e della Presidente, che comporrebbero una squadra di capri espiatori, sacrificati i quali si possa mondare tutte le sofferenze e gli errori eventualmente configurati. Onestamente la ritengo una deduzione ingenerosa, poco attagliata e sommaria, che non rende merito alle persone che si sono trovate in una situazione storica epidemiologica senza precedenti e quindi senza riferimenti per nessuno. Piuttosto mi sarei aspettato dall’Onorevole Marco DI Maio la sua opinione in merito alla trasformazione dell’IPAB Zangheri in Fondazione, ferma da da oltre 10 anni, posto la petizione di 7546 cittadini che necessiterebbe di una modifica normativa regionale, che il Parlamentare potrebbe sostenere.
Diversamente mi aspetterei una rettifica da parte dell’Onorevole Marco Di Maio che offra il dovuto rispetto alle persone che con impegno ed in buona fede hanno comunque speso le loro energie in un momento che speriamo non debba ripetersi.    

Raffaele Acri – Forza Italia  

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento