menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Case di riposo, Pasini (Udc): "Si taglia per 'buchi' di gestione?"

Non lesina critiche Andrea Pasini, consigliere comunale e segretario provinciale UDC, sul problema delle case di riposo

“Cambiare idea in politica è pratica abbastanza diffusa, ma su certi argomenti è bene essere chiari una volta per tutte”. Non lesina critiche Andrea Pasini, consigliere comunale e segretario provinciale UDC, sul problema delle case di riposo, tema quanto mai sentito e importante tanto da aver presentato una interrogazione in Consiglio Comunale, poiché il Comune di Forlì partecipa alla ASP (Aziende Servizi alla Persona) distrettuale per una quota pari al 22,26%.

“Ho avuto notizia – spiega Pasini – che nei prossimi giorni il Comitato di distretto voterà un piano di riduzione dei posti letto nelle strutture per anziani, nel forlivese, di circa 40 unità in tre anni, con precisione 16 quest’anno, 17 nel 2013 e 7 nel 2014. Mi risulta pure che l’opera pia “O.P. Zauli” di Dovadola al 31dicembre scorso, avesse un disavanzo di un milione e mezzo di euro circa.  All'epoca della Giunta Adamcyk circolavano voci, che la regione, né i comuni del comprensorio, fossero disposti a ripianare il debito ciascuno per la propria parte. Da allora è passata molta acqua sotto i ponti, vi sono state le elezioni amministrative a Dovadola, con la vittoria di una compagine di centro sinistra guidate dall’attuale Sindaco Zelli, ed ora le idee sono cambiate e ci sarebbe la disponibilità al ripiano. Come detto è prassi comune cambiare opinione, ma alcune risposte fondamentali debbono essere comunque date”.

Pasini  ora chiede: “Si taglia perché non ci sono i finanziamenti o per i “buchi” di gestione? L’allarmante voce di aumento delle rette presuppone una conclusione; gli anziani che hanno possibilità pagheranno o andranno in strutture private (ricordo che esiste una lista di attesa di circa 1000 posti) mentre i meno abbienti ?  A questo punto con questa scarsità di risorse non è forse giunto il momento di operare una vera razionalizzazione dei servizi delle strutture che ospitano gli anziani?  Sono ancora gestibili strutture accreditate per 12-15 posti letto?"

"A mio avviso occorrerebbe un accorpamento tenendo in considerazione i disagi dei cittadini nei loro spostamenti. Infine un' ultima domanda: la legge istitutiva delle ASP ( 2007-2008) prevedeva la presenza di un revisore dei conti, il quale doveva relazionare alla Regione - conclude Pasini -. Fino ad oggi nell’ASP distrettuale di Forlì, è mancato!! Tanto e vero che il ruolo è stato bandito ora. Come mai questa figura non è stata nominata?”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento