Martedì, 18 Maggio 2021
Politica

Caso Eataly, Di Maio a Salotto blu: "Su Palazzo Talenti Framonti la Fondazione deve spiegare"

La questione aeroporti? "C'è spazio per tutti gli scali emiliano romagnoli, l'assetto e le strategie di quello forlivese sono eccellenti"

Il deputato forlivese di Italia Viva è stato intervistato da Mario Russomanno a VideoRegione per la trasmissione che andrà in onda domenica alle 22,30 rispondendo a domande su temi di attualità. Qui di seguito anticipiamo alcune delle sue riflessioni. La questione aeroporti? "C'è spazio per tutti gli scali emiliano romagnoli, l'assetto e le strategie di quello forlivese sono eccellenti. Il ruolo della Regione potrebbe essere quello di favorire la nuova viabilità tra Forlì e Ravenna e  tra Forlì e Cesena, in una ottica di sviluppo degli scambi tra i territori".

Situazione politica e rapporti con il Pd?  La situazione nazionale è in grande movimento, quando si voterà per le politiche il quadro sarà molto diverso da quello attuale. A livello locale Italia Viva ha sostenuto il sindaco Isola a Faenza, sosterrà Michele De Pascale a Ravenna. Lavoriamo su alleanze vaste con chi non è di destra, anche, perché no, dialogando con chi votava Forza Italia. Con la base del Pd in questo momento ci sono rapporti complessi ma per noi non era possibile restare all' interno di un partito tanto condizionato dalle correnti. Anche se rimanere ci avrebbe garantito posizioni personali più tranquille. Ma sono certo che in futuro, dopo le elezioni politiche del 2023, tanti ragionamenti potranno essere ripresi".

La questione di Italy? "A suo tempo la Fondazione, prima che d' insediasse il Consiglio guidato da Roberto Pinza, fece scelte del tutto autonome in merito a Palazzo Fremonti e agli insediamenti commerciali al suo interno. Non si sente parlare di cifre ma dai bilanci si può immaginare che si sia trattata di una spesa attorno a trenta milioni di Euro. Fu data a Italy la possibilità di insediarsi in un sito  centrale e prestigioso a condizioni, si dice, eccezionali. Dopo pochi anni Italy se ne va senza salutare e lasciando trenta dipendenti a casa dall'oggi al domani. Penso che la Fondazione abbia il dovere di spiegare alla città le ragioni di quelle scelte e come siano andate le cose".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Eataly, Di Maio a Salotto blu: "Su Palazzo Talenti Framonti la Fondazione deve spiegare"

ForlìToday è in caricamento