menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Castrocaro, Ferrini (Casa Civica): "Censire le necessità per aiutare le famiglie"

Il consigliere di Scelta Civica, Alessandro Ferrini, interviene per suggerire alla giunta del sindaco Marianna Tonellato un questionario comunale destinato a individuare e risolvere eventuali criticità collegate alla didattica a distanza.

Accesso al digitale e capacità di conciliare la gestione dei figli con l'auspicato ritorno al lavoro: sono queste le sfide che nei prossimi mesi riguarderanno anche i genitori del Comune di Castrocaro e Terra del Sole. Sulla base delle prevedibili necessità che la lotta al Coronavirus continuerà ad imporre alle famiglie locali e con un occhio interessato all'esempio di Santa Sofia, dove l'amministrazione sta già interpellando gli studenti delle scuole superiori per acquisire informazioni dettagliate, il consigliere di Casa Civica, Alessandro Ferrini, interviene per suggerire alla giunta del sindaco Marianna Tonellato un questionario comunale destinato a individuare e risolvere eventuali criticità collegate alla didattica a distanza.

“Non sappiamo di preciso quando le scuole potranno riaprire normalmente e per quanto tempo l'emergenza sanitaria condizionerà le nostre vite, ma il percorso da affrontare è ancora lungo - spiega l'esponente di Casa Civica -. Occorre quindi mettere in campo fin da subito tutte le energie istituzionali per supportare gli studenti e le loro famiglie specialmente in vista delle necessità dei prossimi mesi. Per fare ciò bisognerebbe sfruttare al meglio questi giorni rivolgendosi ai genitori e mappando le problematiche con lo scopo di predisporre interventi puntuali da parte della politica locale: la copertura internet risulta complicata in parte del nostro territorio e non tutti i cittadini possono sostenere le spese per avere tecnologie aggiornate e servizi di rete, soprattutto in questo momento di incertezza economica".

"Non possiamo permetterci giovani che trascurano l'attività scolastica perché non hanno un adeguato accesso al digitale - chiosa -. Inoltre, con la fase 2 e la riapertura di numerose attività, occorrerà conciliare la gestione dei figli con il lavoro, magari assumendo un baby sitter. Sono tutti aspetti onerosi e decisamente prevedibili che andrebbero censiti per valutare risposte comunali mirate: non possiamo lasciare le famiglie sole di fronte a queste difficoltà e neppure aspettare semplicemente di rincorrere l'emergenza. A Santa Sofia, per esempio, l'amministrazione si è già mobilitata in questo senso, anche se limitatamente agli studenti delle scuole superiori, e auspico che anche a Castrocaro Terme e Terra del Sole ci si impegni nella programmazione strategica a sostegno della comunità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento