Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Cava di Magliano, tutela del Sic Meandri del fiume Ronco: mozione approvata in Provincia

Il consiglio provinciale ha approvato lunedì una mozione a firma dei consiglieri provinciali Valentina Ancarani, Lorena Batani, Elisa Deo, Matteo Gozzoli, Valentina Maestri, Cristina Nicoletti, Monica Rossi e Daniele Valbonesi

Continua a far discutere il via libera del Comune di Forlì all'estrazione di ghiaia a Magliano. Il consiglio provinciale ha approvato lunedì una mozione a firma dei consiglieri provinciali Valentina Ancarani, Lorena Batani, Elisa Deo, Matteo Gozzoli, Valentina Maestri, Cristina Nicoletti, Monica Rossi e Daniele Valbonesi che impegna "a verificare la necessità di salvaguardare le prerogative dell’ente Provincia in materia di attività estrattive esercitate attraverso il Piae". La Provincia è inoltre invitata "a sollecitare la Regione ad intraprendere nelle forme, modi e tempi previsti dalla legge, azioni affinché la deliberazione del Comune di Forlì di approvazione del Pae 2016-2026, non dispieghi effetti contrastanti con il primario interesse pubblico costituito, nel caso di specie, dalla salvaguardia ambientale di un bene , il SIC Meandri del Fiume Ronco, istituito come area naturale protetta ai sensi delle disposizioni comunitarie, nazionali e regionali e ricompreso all’interno del territorio della Provincia di Forlì-Cesena".

L’area Sic di Magliano, viene ricordato, "è sito di Interesse Comunitario “Meandri del fiume – Ronco” area protetta di interesse comunitario di 230 ettari istituita dalla Regione ben 21 anni fa ai sensi della Direttiva Comunitaria denominata Habitat, che si snoda lungo il fiume Ronco- Bidente tra i Comuni di Forlì e Forlimpopoli. Nei mesi scorsi è stato avviato un tavolo di discussione tra i comuni limitrofi adiacenti all’area Sic di Magliano (Forlimpopoli, Bertinoro, Meldola e Forlì) e le associazioni ambientali del territorio, sviluppato in un vero e proprio percorso partecipato, che ha visto molti altri promotori e sostenitori allo scopo di addivenire, tra le altre cose, all’individuazione per la gestione associata dell’area".

Viene evidenziato nel documento che "si reputa imprescindibile garantire una visione territoriale complessiva ed una tutela unitaria del Sic Meandri del Fiume Ronco come primaria garanzia per la buona conservazione degli habitat e delle specie animali e vegetali protetti ai sensi della Direttiva Cee denominata Habitat" e che si "considera incompatibile con le normative regionali in materia di attività estrattive la previsione del Pae del Comune di Forlì e si considera la stessa previsione in palese contrasto con la normativa regionale di tutela ambientale prevista dalla Delibera della Giunta Regionale numero 1419/ 2013".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cava di Magliano, tutela del Sic Meandri del fiume Ronco: mozione approvata in Provincia

ForlìToday è in caricamento