menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Idroelettrico a Cusercoli? Bartolini (Pdl): "E' partita la campagna elettorale"

Sull'idroelettrico, "Cusercoli non abbocca al vittimismo gratuito. Ma chiede trasparenza e informazioni". E' quanto sottolinea in una lettera il consigliere regionale del Pdl, Luca Bartolini

Sull'idroelettrico, "Cusercoli non abbocca al vittimismo gratuito. Ma chiede trasparenza e informazioni". E' quanto sottolinea in una lettera il consigliere regionale del Pdl, Luca Bartolini, replicando così ad una missiva anonima nella quale è chiamato in causa. E’ evidente a tutti che a Cusercoli, con questa lettera anonima sull’iter autorizzativo di un impianto per la produzione di energia  idroelettrica in costruzione sul fiume Bidente, è iniziata la campagna elettorale", premette l'esponente azzurro.

"Se, però, chiediamo ai cittadini di Cusercoli e Civitella di ricordare una, e ripeto una, sola cosa fatta da questa amministrazione di sinistra e dal suo Sindaco Pd Bergamaschi in quattro anni di mandato, vi assicuro che tranne i suoi unici ultimi quattro sostenitori (di cui due residenti a Forlì, uno quasi tutti i giorni in Comune nonostante non sia neppure Consigliere Comunale e l’altro ancora in maggioranza più per amicizia che per convinzione), nessun altro cittadino sarà in grado di darci una risposta", aggiunge Bartolini.

"Non avendo neppure il coraggio di metterci la faccia o la firma, quale modo migliore, quindi, di una lettera anonima per camuffare i fallimenti di questa maggioranza Pd cercando di scaricare sull’opposizione Identità e Coraggio addirittura la responsabilità dei progetti contestati dai cittadini dopo che lo stesso Sindaco Pd, tramite i suoi uffici, di fatto li ha autorizzati? - si chiede il consiliere regionale -.  Nella lettera anonima si arriva addirittura a contestare al sottoscritto di non aver vigilato in Provincia sull’iter del progetto nonostante io venga “pagato per fare il Consigliere Provinciale”".

"Mi preme far presente all’anonimo estensore che non percepisco alcun gettone di presenza dalla Provincia in quanto una legge voluta dal Governo Berlusconi ha giustamente da tanti anni eliminato le doppie indennità. Uno come il presunto autore anonimo della missiva, la materia delle retribuzioni degli eletti dovrebbe conoscerla assai bene, altrimenti o scrive a vanvera o è in malafede. L’anonimato farebbe propendere per la seconda ipotesi - aggiunge -. Ricapitolando: pur non sapendo nulla di questo progetto, e senza che nessuno me lo chiedesse,   io avrei dovuto comunque trovare  in Provincia come un ago in un pagliaio il progetto di questo impianto  ”alla cieca” tra migliaia di pratiche al protocollo".

Bartolini rimarca che "il Pdl, e non il Pd, ha comunque cercato e trovato il famigerato progetto solo quando un gruppo di cittadini di Cusercoli ci ha segnalato la questione e siamo stati noi, e non altri, a mettere a disposizione dei cittadini la documentazione rintracciata presso gli uffici della Provincia. Documentazione nella quale è emerso il ruolo da protagonista del Comune di Civitella nell’approvazione del progetto, dato che nella conferenza dei servizi del 4 novembre 2011 il Comune non solo era presente a pieno titolo tramite un suo tecnico incaricato dal Sindaco, ma chiedeva anche integrazioni al progetto; si cita negli atti l’autorizzazione prot. N. 0008239 del 3 agosto 2012 con la quale il Comune di Civitella ha autorizzato la società privata ad eseguire i lavori; si richiama il parere della Comunità Montana dell’Appennino Forlivese, presieduta dal Sindaco Bergamaschi, la quale con nota del 4 novembre 2011(singolare che la data sia la stessa della Conferenza dei servizi!) dichiara che l’opera non è soggetta a disciplina di Vincolo idrogeologico.

"Dire adesso che il Sindaco non sapeva nulla e che la colpa è degli uffici o addirittura del Pdl grida vendetta - aggiunge Bartolini -. Perché è mancata l’informazione ai cittadini in questi anni da parte del Comune? Forse per un complotto del Pdl? Perché quattro cittadini di Cusercoli da quasi un mese attendono ancora una risposta formale ad una lettera che gli stessi hanno scritto al Sindaco chiedendo spiegazioni? Il Pdl non ci sta quindi a farsi tirare per la giacca da una guerra tutta interna al Pd che si trascina da troppo tempo".

"Poiché quando non si hanno argomentazioni politiche spesso si tende a fare le vittime di inesistenti complotti o a scaricare le responsabilità su un dirigente, faccio presente che i dirigenti comunali per legge sono di nomina fiduciaria del Sindaco e quindi agiscono pienamente in base agli indirizzi e ai programmi dello stesso e della sua Giunta", continua Bartolini, precisando "che ogni Sindaco appena eletto ha proprio il potere di sostituire i dirigenti, come tanti altri Sindaci hanno fatto contrariamente a Bergamaschi, che evidentemente li ha ritenuti degni di fiducia. Il resto sono solo gli ultimi tentativi disperati di una parte politica che, capendo di non avere più consenso, tenta di scaricare sugli altri le responsabilità del proprio fallimento politico senza neppure avere il coraggio di metterci la faccia. E la firma".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento