rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Politica

Centro storico, attacco della Lega al vicesindaco Zanetti: "Uno Zelig politico"

La Lega Nord attacca in consiglio comunale la vicesindaco Zanetti, sui modi utilizzati per gestire la “questione centro storico”, ed in particolare sulla serata di presentazione del progetto per il centro, organizzata proprio a tal fine e denominata “Forlì bene comune”.

La Lega Nord attacca in consiglio comunale la vicesindaco Zanetti, sui modi utilizzati per gestire la “questione centro storico”, ed in particolare sulla serata di presentazione del progetto per il centro, organizzata proprio a tal fine e denominata “Forlì bene comune”.

“I consiglieri comunali, come al solito, apprendono i progetti di questa amministrazione, non dai canali istituzionali, ma da un evento, organizzato presso il salone comunale, al quale, gli stessi consiglieri non sono stati nemmeno invitati” – dice Daniele Mezzacapo “evento al quale hanno partecipato l’intero partito democratico, con i consiglieri in carica e quelli passati, ex sindaci, ex consiglieri di circoscrizione, rappresentanti di sindacati di sinistra, rappresentanti di lista di sinistra e così via, tutti in prima fila ad applaudire gli oratori.

“Uno Zelig Politico - lo definisce il leghista - che sottolinea inoltre come gli amministratori e organizzatori, si siano creati la platea ad hoc che a comando applaudiva gli interventi. Forlì bene comune, una richiesta di partecipazione popolare, quella del partito democratico, che in modo però non democratico, non ha permesso agli avventori di intervenire e rivolgere domande al sindaco e alla sua giunta”.

Il consigliere leghista ricorda, nel suo intervento, "che se si parla di emergenza centro storico, si deve anche ricordare alla cittadinanza che negli ultimi 50 anni ha sempre governato la sinistra, e che se oggi si deve intervenire per risolvere gravi problemi, la causa è la mancanza di progetti seri e concreti in passato proprio del partito democratico”.

Infine la Lega Nord, ricorda alla vicesindaco "che tra i tanti punti di analisi e rilancio del centro, non si tiene mai in considerazione la questione centro storico e immigrazione. Forlì deve essere la città dei forlivesi e gli interventi, devono essere diretti a favorire il commercio e la residenzialità in centro, altrimenti entro pochi anni, il centro sarà irrecuperabile" – conclude il consigliere leghista.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico, attacco della Lega al vicesindaco Zanetti: "Uno Zelig politico"

ForlìToday è in caricamento