Centro storico, Burnacci (Forza Italia) chiede una revisione della sosta: "Parcheggi gratis al venerdì e sabato"

Per Burnacci "è arrivato, finalmente il momento di revisionare la sosta nel centro storico in modo molto più importante"

Il consigliere comunale di Forza Italia, Vanda Burnacci, chiede "con urgenza una nuova delibera sperimentale sulla sosta nel centro storico" in attesa dell'approvazione del nuovo Piano Urbano di Mobilità Sostenibile." Quante volte, dai banchi consiliari di Forza Italia, nel chiedere un’inversione di tendenza, una nuova attenzione verso il centro storico, insieme a Antonio Nervegna, ad Alessandro Rondoni fino a Fabrizio Ragni, abbiamo anche insistito sulla forma più semplice, a sosta - esordisce l'esponente berlusconiana -. Ci hanno sempre risposto, i vari rappresentanti del Pd, che abbassare i costi sarebbe stato assai nocivo per le casse del Comune e inefficace per animare il centro storico".

Burnacci ripercorre le tappe: "Finalmente, dopo tanto aspettare, è giunta la delibera numero 308 del primo dicembre 2015, avente ad oggetto un’iniziativa straordinaria di promozione della sosta per il periodo di Natale (e una revisione totale della sosta a pagamento nel centro storico), per il solo sabato da fine dicembre al 31 marzo. I costi di questa delibera erano stimati in circa 43.500 euro per il 2015 e 10.600 per il 2016. Tale costo di 43.500 euro era quindi irrilevante per un bilancio comunale di 120 milioni di euro; fu in verità compensato da maggiori introiti con l’introduzione di nuove aree a pagamento. Poi, noi di Forza Italia (e i Forlivesi), dopo il dicembre 2015, abbiamo dovuto aspettare 2 anni e mezzo per avere una seconda delibera, la numero 270 del 17 luglio scorso, sempre sulla promozione sperimentale della sosta; tale delibera prevedeva la sosta gratuita dal lunedì al venerdì, dalle 18 alle 20 in tutte le aree a pagamento e il sabato dalle 15 alle 20".

"Il nuovo costo della sosta per le casse del Comune sarebbe stato di 127mila euro - continua l'esponente azzurra -. In verità, non c’è stato nessun peso per il Comune perché la Società Forlì Mobilità Integrata, per alcune riorganizzazioni interne ed economie di scala, ha avuto i fondi per riassorbire tutta la spesa di 127mila euro. Quindi, concludendo, le due iniziative di revisione della sosta nel centro storico sono state a costo zero".

Per Burnacci "è arrivato, finalmente il momento di revisionare la sosta nel centro storico in modo molto più importante: specie nei periodi invernali, ma anche sempre, la sosta deve essere gratuita non solo dalle 18 alle 20, ma dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 20 e si potrebbe sperimentare la gratuità del venerdì e del sabato fin dalle 8 del mattino. Ma quanta fatica, per piccole misure, quanto tempo sprecato. Per fortuna i commercianti ci hanno messo “del loro” a rimettere "in forma" parte del centro storico, che oggi manifesta qualche piccolo segno di ripresa. Già, fin dal dicembre 2015, la Giunta Drei preannunciava che era in fase di studio il nuovo Piano Generale Urbano del Traffico; poi, lo scorso luglio, si è detto ai cittadini che era in fase di approvazione il nuovo Piano Urbano di Mobilità Sostenibile (Pums). Ma, in attesa di questo fantomatico Piano, si faccia almeno con urgenza una nuova delibera sperimentale sulla sosta nel centro storico".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • "Volevamo avere qualcosa di nostro": tutta la famiglia si rimbocca le maniche ed apre un bar

Torna su
ForlìToday è in caricamento