rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Politica

Pasini (Udc): "Ferretti, basta parole. E' tempo dei fatti"

"Già i brand più appetibili dal mercato internazionale sono stati trasferiti nelle Marche, ora c'è la concreta eventualità che tutto il comparto forlivese venga chiuso, mettendo in crisi i 400 dipendenti e gli oltre 2000 lavoratori dell'indotto

“Non è più tempo di parole, ma di fatti. Non si può tergiversare ulteriormente, fidandosi delle illusorie promesse della nuova proprietà della Ferretti”. Una forte preoccupazione viene espressa da Andrea Pasini consigliere comunale e segretario provinciale UdC che continua “E', infatti, di queste ore la richiesta della dirigenza cinese di un urgente incontro per una revisione del piano industriale 2013 – 2018, con la conseguente possibilità, affatto remota, di una possibile, progressiva chiusura dello stabilimento forlivese”.

E continua Pasini: “Già i brand più appetibili dal mercato internazionale sono stati trasferiti nelle Marche, ora c'è la concreta eventualità che tutto il comparto forlivese venga chiuso, mettendo in crisi i 400 dipendenti e gli oltre 2000 lavoratori dell'indotto. In consiglio comunale, in risposta ad mio question time, – continua Pasini – l'assessore Maltoni ha preso atto della preoccupazione generale ed ha ribadito che prenderà contatti con la provincia e forse anche con la Regione. Da parte mia sottolineo come sia indispensabile l'intervento della Regione che nel confronto con le Marche è risultata perdente, visto che i brand più appetibili sono approdati in terra marchigiana. Ma qui non si tratta neppure di lotta fra campanili. Il rischio grave è che entrambe le regioni rimangano fuori dal giro industriale della Ferretti, visti i massicci investimenti che la dirigenza cinese sta effettuando nel sud est asiatico. Questo potrebbe preludere e, purtroppo,non è fantapolitica, ad una completa e totale delocalizzazione del Gruppo in altre zone, economicamente più appetibili, fuori dal nostro Paese. Di qui – conclude Pasini – la necessità di fare squadra, coinvolgendo anche il Ministro alle Attività Produttive, e trovare qualche proposta che possa essere di gradimento alla proprietà per bloccare questo tentativo di trasferimento globale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasini (Udc): "Ferretti, basta parole. E' tempo dei fatti"

ForlìToday è in caricamento