"Ci vorrebbe un’autentica svolta di sistema"

"Ri-pubblicizzare per esempio la Cassa Depositi e Prestiti, 305 miliardi di fatturato, rilancerebbe la sua antica e nobile funzione, gli investimenti locali a tassi calmierati"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

L’accesa discussione sulla Cassa dei Risparmi, sulla mission (lemma terrificante), gli splendidi, quanto illuminanti riferimenti del Sindaco a Demiurghi e a medioevali “caminetti di potenti forlivesi”, fotografa la crisi di sistema che travolge gli Enti Locali; strangolati dalla “spending review” (80% dei tagli contro il 20% del Centro), il nuovo Documento di Economia e Finanza approvato dal Governo dimissionario, bizantinismi nostrani, annuncia altre terribili austerità; Amministrazioni umiliate dal patto di stabilità interno, dalla spoliazione del patrimonio pubblico, dalla proliferazione inquietante di società partecipate e controllate, dalla finanziarizzazione, da privatizzazioni-esternalizzazioni, precarietà e da un livello ormai insostenibile di tassazione.

L’insaziabile Moloch europeo, le controriforme costituzionali, in primis quella del pareggio in bilancio, la campagna sulla casta, in sé giustissima, ma goccia nel mare della ricchezza complessiva, ha trasformato i Sindaci in “Gabellieri del Re”, liquidatori coatti, figure sbiadite di comunità sfuggenti, di città morenti: la scuola Amaducci mai terminata a S.M.Nuova, evidenza lampante di impotenza, icona della loro solitudine, della loro difficoltà, della loro sofferenza. I politici locali eletti in Parlamento modifichino il patto di stabilità, eliminando i vincoli per le spese d’investimento per le piccole opere, si dica no a ulteriori dismissioni e privatizzazioni.

Ri-pubblicizzare per esempio la Cassa Depositi e Prestiti, 305 miliardi di fatturato, rilancerebbe la sua antica e nobile funzione, gli investimenti locali a tassi calmierati: con un piccolo aumento della tassa sulle rendite finanziarie si riducono Imu e Irpef. Piccole cose si dirà, piccola Politica; ci vorrebbe un’autentica svolta di sistema, ma con altri protagonisti, con un altro Spirito del Tempo che ora non c’è".

Torna su
ForlìToday è in caricamento