menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, spaccatura all'interno di Sel: alcuni appoggeranno Nicola Candido

''Una lista civica formata in gran parte da giovani disposti a mettersi in gioco per contribuire al miglioramento della qualità di vita nel territorio forlivese''

Spaccatura all'interno di Sinistra Ecologia Libertà di Forlì a pochi giorni dall'elezioni. Alessandro Rivalta, circolo di SEL Forlì, attraverso una nota, ha comunicato che "in vista delle elezioni amministrative una cospicua parte di militanti, giovani e meno giovani, del Circolo di Sinistra Ecologia Libertà Forlì ha deciso di sostenere pubblicamente la lista “Sinistra per Forlì” che vede in Nicola Candido il suo candidato Sindaco".

"Una lista civica - osserva Rivalta -. formata in gran parte da giovani disposti a mettersi in gioco per contribuire al miglioramento della qualità di vita nel territorio forlivese. Siamo convinti che alla nostra città serva una nuova politica, fatta da nuove persone che appartengono alla società civile che abbiamo in mente un modello di sviluppo eco-sostenibile per il territorio forlivese.  Riteniamo indispensabile la presenza di una sinistra unita che dia voce ai lavoratori senza scendere sempre a compressi con un PD che difende quasi esclusivamente gli interessi dei poteri forti e che ormai di sinistra non ha più nulla".

"Pensiamo che per uscire dalla crisi economica che stiamo vivendo occorra una ridistribuzione della ricchezza che a livello comunale può essere effettuata semplicemente applicando un irpef scaglionata in modo che le persone meno abbienti paghino meno tasse - continua Rivalta -. Siamo convinti inoltre che la casa sia un diritto primario e per questo non può e non deve essere soggetta a tasse come l'Imu. Occorre anche rilanciare il centro storico con scelte lungimiranti e coraggiose per riportare la popolazione forlivese a vivere le bellezze della nostra città. Tali elementi sono ampiamente presenti nel programma di “Sinistra per Forlì” e pertanto chiediamo ai nostri elettori di sostenere alle amministrative del 25 maggio tale lista civica".

MARISA FABBRI - Sulla questione è intervenuta la coordinatrice di Sel, Marisa Fabbri: "Chiarisco subito che non si è affatto riunito il circolo di Forlì per deliberare alcuna scelta diversa da quanto definito a suo tempo in riferimento alla candidatura a sindaco di Pino Perini. Chiarisco pure che se qualcuno intende aderire ad un’altra lista o sostenerla è libero di farlo: rappresenta solo se stesso e non può permettersi dichiarazioni di rappresentanza  o per conto di alcun nostro organismo  politico. E invito lo stesso Nicola Candido ad evitare inutili e penosi giochi “trasversali”".

CANDIDO - "Apprendere del sostegno di Alessandro Rivalta del Circolo di Sel di Forlì ci ha fatto notevolmente piacere - ha commentato Candido - sia perché fin dall’inizio il nostro intento era quello di unire la sinistra, sia perché si basa sulla valutazione del nostro programma e dei candidati della lista. Non entro nella discussione interna a Sel, ma era evidente che qualche malumore e qualche problema interno ci fosse, del resto, la stessa lista guidata dal candidato Pino Gino Perini si è, fin da subito, autodefinita civica e quindi era qualcosa di diverso rispetto a Sel".

"Tra l’altro tra i nostri candidati, e non si tratta di trasversalismo, ma di apertura verso sensibilità diverse, c’è una iscritta a Sel fino all’anno scorso - ha aggiunto - Perciò la presa di posizione di Rivalta non ha solo un risvolto elettorale ma mette le basi affinché anche a Forlì, come per le elezioni europee con l’Altra Europa con Tsipras, si possa aprire un processo, democratico e dal basso, per l’unità della Sinistra. Ringraziamo Alessandro Rivalta e ribadiamo che votare Sinistra per Forlì significa votare per l’unità della Sinistra, al di là di ogni personalismo o gelosia di partito".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento