Circoscrizione 2, la Lega: "Il PD si nasconde dietro il patto di stabilità"

Circoscrizione 2: Il gruppo Lega Nord Romagna martedì 22 novembre ha presentato al Presidente della Circoscrizione 2, tre interrogazioni riguardanti le piste ciclabili di San Martino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Circoscrizione 2: Il gruppo Lega Nord Romagna martedì 22 novembre ha presentato al Presidente della Circoscrizione 2, tre interrogazioni riguardanti le piste ciclabili di San Martino e Villanova/Cava e lo stato dei lavori della pavimentazione dell’area giochi di Vecchiazzano.

Il capogruppo di Circoscrizione – Dott. Daniele Mezzacapo – torna su un argomento ormai noto alla città, su una di quelle tante promesse non mantenute in campagna elettorale dal PD, che pur di raccogliere voti garantiva opere che non sono mai state realizzate. Così, la Lega Nord Romagna ha richiesto formalmente per quali motivi la pista ciclabile non fosse ancora stata realizzata e la risposta è stata che le questioni legate al patto di stabilità non hanno permesso di attingere i fondi necessari per iniziare i lavori. “Pare chiaro – afferma Mezzacapo – che il Pd si stia nascondendo dietro il patto di stabilità per giustificare tutto ciò che promette e non mantiene, ma mi piace ricordare che quest’opera doveva essere già conclusa nel 2005!”.

Stessa risposta per l’interrogazione promossa da Flavio Amadori – consigliere Lega Nord Romagna di Circoscrizione – riguardante l’area del parco giochi di Vecchiazzano, dove un’area piastrellata è ormai diventata un pericolo per i numerosi anziani e bambini che quotidianamente la frequentano. Ora occorre specificare che anche questo parco i lavori dovevano già essere conclusi e invece come nel caso precedente non sono neanche partiti.

Diversa invece è la situazione della pista ciclabile di Viale Bologna che nel tratto che inizia da Porta Schiavonia e arriva fino a Villanova è interessata da tombini di ghisa che stanno sprofondando nell’asfalto creando pericolose buche per i pedoni e per i ciclisti che numerosi percorrono tutti i giorni quel tratto di ciclabile. La responsabilità è di HERA, afferama il Presidente della Circoscrizione, che è l’unica che deve occuparsi di risolvere questo problema. Ora, grazie alla interrogazione del gruppo Lega Nord Romagna, questo problema è stato portato a conoscenza del Comune che a sua volta lo ha comunicato a Hera. “Ora, concludono Mezzacapo e Amadori, speriamo che qualcuno si muova e non trova le solite scuse, saremo comunque attenti e vigili perché gli impegni presi con i cittadini devono essere rispettati”.
 

Torna su
ForlìToday è in caricamento