Civitella, a.a.a assessore cercasi

Sono ormai quattro mesi che il comune di Civitella di Romagna è senza assessore allo sport, associazioni, attività produttive e politiche giovanili

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Sono ormai quattro mesi che il comune di Civitella di Romagna è senza assessore allo sport, associazioni, attività produttive e politiche giovanili. Questo da quando anche l’esponente di Rifondazione Comunista ha tolto il suo appoggio al sindaco Bergamaschi. Da quando l’assessore Ravaioli ha rassegnato le dimissioni il sindaco ha cercato in tutti i modi di trovare un sostituto , ma nessuno  ha dato la sua disponibilità, nessuno vuole salire su una barca che stà affondando.

Neanche le poche persone  che ancora gli sono rimaste fedeli e che si muovono dietro di lui ( si contano sulla punta delle dita di una mano) dopo la non edificante figura fatta con il presidente della regione Errani sono ora disposte ad accettare un incarico dove ci si ha solo da rimettere. E così il nostro sindaco sta disperatamente cercando un esterno, si dice mandato da Forlì, che si assuma l’incarico, certo che se il nuovo inviato dal Pd deve fare quello che fino ad ora ha fatto il forlivese Giusto Balzani è meglio che stia a casa.

Intanto il nostro comune è senza un assessore importante, e mentre gli altri comuni si organizzano per organizzare le Olimpiadi Intercomunali, nessuno si presenta per rappresentare il comune….neanche il Sindaco, ma forse perché in riunione non può indossare quella fascia tricolore che tanto gli piace sfoggiare in pubblico. In un comune normale il Sindaco avrebbe certamente già trovato un sostituto, ma è anche vero che in un comune normale dopo tutti gli insuccessi  che hanno caratterizzato la giunta Bergamaschi , si sarebbe dovuti tornare a votare già da tempo.

Torna su
ForlìToday è in caricamento