menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aereo precipitato e alberi rasi al suolo: "Benvenuti in via Kabul"

"L’aereo in memoria delle tre medaglie d’oro cadute per la Patria “atterrato” in modo forzato dal nevone nei giardini e ancora li recintato precariamente da oltre un anno, è il triste biglietto da visita del degrado"

''L’aereo  in memoria delle tre medaglie d’oro cadute per la Patria “atterrato” in modo forzato dal nevone nei giardini di Civitella e ancora li recintato precariamente da oltre un anno,  è il triste biglietto da visita del degrado che chiunque  arrivi in Paese non può non notare. Non dimentichiamoci poi di viale Roma, dove già tre anni fa sono stati tagliati tutti gli alberi con la promessa che nel giro di pochi mesi  sarebbero stati ripiantati, promessa anch’essa non mantenuta tanto che oramai è stato ribattezzato Viale Kabul".

Il gruppo di opposizione in consiglio comunale a Civitella, Identità e Coraggio, critica ancora una volta l'operato del sindaco del paese bidentino, Pierangelo Bergamaschi: questa volta nel mirino è l'aereo in memoria delle tre medaglie d'oro per la Patria, ancora a terra dopo essere stato abbattuto dall'oltre metro e mezzo di neve caduto nel febbraio 2012.

"A dimostrazione che non abbiamo pregiudizi ideologici, vogliamo però fare un  plauso al Sindaco di Santa Sofia che contrariamente al nostro stà abbellendo il proprio viale d’ingresso al Paese con nuove piante, dimostrando di avere molta influenza in Comunità Montana, contrariamente al Sindaco Bergamaschi che oltre al proprio stipendio da Presidente in questi anni non è stato in grado di portare a casa nient’altro. Visto che oltre a noi glielo stanno dicendo da 4 anni anche tutti i suoi consiglieri comunali di maggioranza, Bergamaschi dovrebbe aver ormai capito che per fare il Sindaco non basta solo indossare la fascia tricolore  in pubblico".

"Grottesca e surreale - continua la nota degli esponenti dell'opposizione - è stata infine la sua intervista a Radio Anch’io.  Vorremmo che fossero i cittadini di Civitella invitati nelle trasmissioni nazionali ad illustrare quello che questo  sindaco non stà facendo, anche perché bastava andare in giro per il paese a sentire i commenti del post trasmissione per rendersi conto che forse era piu’ opportuno per il sindaco declinare l’invito in radio.  E’ vero che i Comuni sono in difficoltà ma ci risulta che pochi giorni fa,  il Presidente della Regione Vasco Errani, in un incontro conviviale nella “sua” Cusercoli lo ha pubblicamente redarguito proprio per il fatto che se non presenta progetti o richieste di finanziamento questi ovviamente non gli arrivano. Questa è purtroppo la verità, certificata anche dal Presidente Errani, altro che i piagnistei non credibili fatti in radio diffusione.''

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento