menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pietro Miliffi, capogruppo di Identità e Coraggio

Pietro Miliffi, capogruppo di Identità e Coraggio

Civitella, altro attacco a Bergamaschi: "E' un uomo alla deriva"

L'analisi sulla situazione politica attuale a Civitella di Romagna stilata dal Gruppo Identità e Coraggio-Pdl è molto preoccupante. "Ci siamo, purtroppo ci siamo: siamo alla deriva"

L'analisi sulla situazione politica attuale a Civitella di Romagna stilata dal  Gruppo Identità e Coraggio-Pdl è molto preoccupante. “Ci siamo, purtroppo ci siamo….siamo alla deriva, un Comune alla deriva e morente. Se volessimo fare una rappresentazione della situazione della nostra amministrazione dovremmo raffigurare un uomo solo, il sindaco, in una barca alla deriva in mezzo all’oceano senza nessuna speranza di salvarsi” si legge in una nota dell’opposizione.

“Oramai tutti si sono resi conto che non ci sono possibilità di salvezza tranne lui e la combriccola “rifondarola” del nuovo vicesindaco capace solo di partecipare a manifestazioni dove si distinguono personaggi come 'er pelliccia'”.

Il Gruppo Identità e Coraggio-Pdl torna poi a parlare del problema discarica. “In questi ultimi giorni abbiamo avuto l’ennesima prova dello stato confusionale in cui versa il sindaco Pierangelo Bergamaschi, sulla discarica e su Hera.  Ogni giorno – dicono - leggiamo sui quotidiani una versione diversa, sembra un pugile frastornato che ad ogni giornalista racconta una storia diversa dell’incontro dove è stato riempito di pugni. Sarebbe il caso di avere dei chiarimenti anche da chi lo ha preceduto, visto che ieri il nostro primo cittadino ha scaricato tutte le responsabilità sui precedenti amministratori,  Felice e Stefanelli su tutti”.

“Oramai in tanti – attacca il gruppo d’opposizione che fa capo a Pietro Miliffi - sono preoccupati di questa situazione:  solo Rifondazione ancora non ha scaricato il sindaco, non illudiamoci lo fa solo per avere la poltrona del vicesindaco, il PD tace perchè i suoi vertici provinciali non sanno cosa fare. Il vice sindaco in pectore é andata a Roma per fare l'indignata ma i veri indignati sono i cittadini civitellesi che si rendono conto come ormai il comune sia allo sbando”.

“Il sindaco – si conclude la nota dei Identità e Coraggio - ha aperto più di  un mese fa una crisi senza riuscire a ricomporla, anzi nel frattempo ha perso altri pezzi, come suo solito starà valutando il da farsi e cercando il modo di scaricare su altri colpe che sono solo sue, tutto questo senza dare come suo solito alcuna risposta. A questo punto chiediamo al suo partito, il PD, sempre che ci sia il PD a Forlì, di intervenire e fermare questo scempio, sarebbe il caso che i vertici provinciali e regionali tirassero fuori la testa da sotto la sabbia”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento