rotate-mobile
Politica

Commissione Pari Opportunità, ci sarà un nuovo presidente. Il centrosinistra: "Auspichiamo in un cambio di passo"

L'intervento congiunto del centrosinistra in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne

Per contrastare la violenza sulle donne, serve "un approccio a 360° gradi che veda il coinvolgimento di tutti gli attori sociali del territorio ed è ciò che abbiamo affermato ripetutamente come componenti della Commissione Pari Opportunità, purtroppo a lungo inascoltati". E' quanto affermano in una nota congiunta i gruppi consiliari di Partito Democratico, Forlì&Co e Misto (Italia Viva) e le componenti esterne della Commissione Pari Opportunità Veronica Aversente, Monica Fucchi e Maria Teresa Vaccari.

"Anche quest'anno - premettono - ci apprestiamo a celebrare la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne con iniziative, incontri, manifestazioni mentre la cronaca aggiorna le drammatiche statistiche dei femminicidi con un'impietosa e costante frequenza di una ogni tre giorni. Nella nostra Regione, sono nell'ultima settimana, 5 donne sono state uccise da compagni, mariti, familiari, altre 10 dall'inizio dell'anno. Le giornate simboliche, 25 novembre e 8 marzo, sono importanti momenti di riflessione, di analisi e di sensibilizzazione da cui devono però scaturire azioni concrete e un impegno quotidiano e coordinato di istituzioni, scuola, servizi sociali e sanitari, forze dell'ordine, imprese, associazioni, cittadine e cittadini nel sostenere chi è vittima di violenza, ma soprattutto nel prevenire e contrastare la cultura patriarcale e possessiva, che nega il principio di autodeterminazione e autonomia delle donne e che è all'origine del fenomeno dei femminicidi".

"E' nostra convinzione che serva un approccio a 360 gradi che veda il coinvolgimento di tutti gli attori sociali del territorio ed è ciò che abbiamo affermato ripetutamente come componenti della Commissione Pari Opportunità, purtroppo a lungo inascoltati - aggiungono -. Speriamo che le recenti dichiarazioni dell'assessore Andrea Cintorino, a seguito dell'incontro a lungo atteso con il Tavolo Permanente delle Associazioni contro la violenza sulle donne, segnino una svolta rispetto al passato e che finalmente si voglia fare tesoro della lunga storia ed esperienza delle realtà e movimenti forlivesi, che da decenni si occupano di politiche di genere e di promozione delle pari opportunità. Insieme a loro e al prezioso lavoro svolto dal Centro Donna di Forlì, l'Amministrazione deve assumersi l'impegno a costruire percorsi di prevenzione e protezione, che sappiano dare concretezza alle singole ed estemporanee iniziative di sensibilizzazione".

"A metà dicembre riprenderanno i lavori della Commissione Pari Opportunità, in stallo da mesi, con la nomina, ma meglio sarebbe dire l'elezione, del nuovo o della nuova presidente - viene ricordato -. Auspichiamo anche in questo caso un cambio di passo rispetto alla precedente gestione e la ricerca di una larga condivisione sulla figura che andrà a ricoprire un ruolo che richiede comprovata competenza e grande sensibilità per affrontare con serietà alcuni dei problemi più gravi della nostra società, come il persistere di inaccettabili discriminazioni e ripugnanti violenze motivate dal genere o dall'orientamento sessuale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commissione Pari Opportunità, ci sarà un nuovo presidente. Il centrosinistra: "Auspichiamo in un cambio di passo"

ForlìToday è in caricamento