menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Congresso Pd, Ancarani (Pensiamo Democratico): "Confronto vero"

Entra nel vivo il congresso del Partito Democratico forlivese. Giovedì sera si sono svolte le consultazioni nel circolo di Fratta Terme e nel circolo della Cervese

Entra nel vivo il congresso del Partito Democratico forlivese. Giovedì sera si sono svolte le consultazioni nel circolo di Fratta Terme (il cui esito sarà reso noto venerdì al compimento dell'ultimo congresso di circolo nel Comune di Bertinoro) e nel circolo della Cervese, in cui la mozione "Pensiamo Democratico" ha ottenuto l'89% dei consensi pari ad 11 delegati all'Assemblea territoriale. Dopo i congressi svolti finora, 'Pensiamo Democratico' e Valentina Ancarani contano su 24 delegati, mentre 'Ri-Generazione PD' e Mirko Betti su 11 delegati, 'Per il nostro territorio' e Alessandra Biondi su 2 delegati. Complessivamente i delegati da assegnare sono 240. In termini di voti assoluti, finora Valentina Ancarani ha ottenuto il 60,3% (137 voti) rispetto al 29,1 % (66 voti) di Mirko Betti e il 10,6% (24 voti) di Alessandra Biondi.

Molti congressi di circolo si svolgeranno in questo fine settimana (per concludersi tutti entro mercoledì 30 ottobre). "Stiamo affrontando questo congresso con la serenità e la determinazione delle nostre idee - commenta la candidata Ancarani - proponendo ai nostri iscritti ed elettori un patto generazionale in cui chi ha esperienza si metta al fianco di chi ne ha meno: per crescere insieme e marciare tutti dalla stessa parte sulla base di un progetto per il territorio che sappia presentare ai cittadini, alle imprese e alle famiglie forlivesi  una visione di medio-lungo periodo per la città, il suo comprensorio e la Romagna. Anche per questo teniamo molto all'idea, non certo nata in questi giorni, di costruire un Coordinamento del PD romagnolo". "Ci piace che questo congresso possa svolgersi, seppur in tempi brevi, sui temi che ci stanno a cuore - rilancia Valentina - : i problemi del lavoro e del sostegno alle imprese locali; la riorganizzazione dei Comuni e la sfida della nuova azienda sanitaria romagnola; una politica ambientale innovativa basa su fonti rinnovabili, riciclo e riuso dei materiali; una politica su mobilità e infrastrutture che sia sostenibile, che non investa in faraonici progetti per nuove strade che non servono, ma punti su ferrovie, trasporto pubblico, riqualificazione dei collegamenti viari esistenti e sul potenziamento degli assi verso Ravenna e verso il versante toscano; su un rapporto positivo con i nostri amministratori, donne e uomini che vivono in prima linea la difficoltà della gestione della cosa pubblica; su una presenza del Partito Democratico a Forlì che consolidi il lavoro svolto in questi anni e lo rafforzi in termini di capacità propositiva e rappresentanza degli interessi di questo territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento