Bertinoro, insediati i Consigli di Zona: "Inizia una nuova fase"

I presidenti saranno invitati a partecipare non più solo ai Consigli Ccomunali, come accadeva in precedenza, ma anche alle Commissioni Consiliari Permanenti

Si sono insediati giovedì i Consigli di Zona eletti lo scorso 21 gennaio (ratificata dal Consiglio comunale nella seduta del 23 marzo scorso) volto alla nomina dei presidenti e dei vice-presidenti. Questo è stato l’ultimo dei passaggi necessari al fine di rendere ufficialmente e pienamente operativi i neo-Consigli di Zona, che hanno, in realtà, già iniziato a collaborare ad alcuni importanti progetti promossi dalla amministrazione, quali “Attiviamoci per Bertinoro” e il Controllo di vicinato. I presidenti eletti sono per la zona 1 Collinello-Bracciano-Polenta Federico Campori; per la zona 2 Bertinoro-Ospedaletto Davide Fabbri; per la zona 3 FrattaTerme Emiliano Casali; per la zona 4 Panighina-Capocolle-Dorgagnano Pier Luigi Amaducci; per la zona 5 S.Maria Nuova Spallicci-S.Croce-S.Pietro in Guardiano Ilic Poggiolini.

"Con questo passaggio si da avvio ad una nuova fase che vuole valorizzare il lavoro svolto da questi organi e, allo stesso tempo, responsabilizzarli e coinvolgerli maggiormente - spiega l'amministrazione comunale -. Una scelta fortemente voluta dal sindaco Gabriele Fratto al fine di permettere ed incentivare una partecipazione attiva e concreta alla vita democratica e politica del Comune. Una delle prime azioni che il sindaco ha messo in atto per dare maggiore importanza e incisività ai Consigli di Zona è stata la modifica del regolamento degli stessi, approvata durante uno degli scorsi Consigli comunali e che prevede, oltre alla regolamentazione dell’utilizzo dei social network, una maggiore partecipazione dei Consigli di Zona alla vita amministrativa del territorio".

I presidenti saranno invitati a partecipare non più solo ai Consigli Ccomunali, come accadeva in precedenza, ma anche alle Commissioni Consiliari Permanenti, luogo dove vengono esposti e discussi gli argomenti che saranno poi oggetto dei consigli comunali. In queste occasioni i Presidenti avranno, inoltre, diritto di parola qualora si trattino argomenti relativi alla loro frazione. Tra le modifiche, particolare rilievo assume la nomina di 5 consiglieri comunali (uno per ogni Consiglio di Zona) che avranno il compito di creare un filo diretto di comunicazione e di promuovere una collaborazione concreta ed attiva tra i nuovi consigli di zona, il Consiglio comunale e il sindaco. Al primo cittadino stesso essi relazioneranno direttamente circa gli argomenti trattati durante le riunioni del Consiglio di Zona, alle quali dovranno partecipare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insieme al sindaco e all’assessore con delega si relazioneranno con i Consigli di Zona e i loro Presidenti, cercando di dare risposte rapide ed esaustive (il nuovo regolamento prevede che l’amministrazione risponda in 60 giorni) alle istanze e alle proposte che verranno avanzate dai Consigli di Zona. Si tratta come nel caso delle deleghe assessorali, di incarichi fiduciari del sindaco: I consiglieri incaricati sono per la zona 1 Collinello-Bracciano-Polenta Caterina Zamagni; per la zona 2 Bertinoro-Ospedaletto Claudia Lapenna; per la zona 3 FrattaTerme Wilma Giorgetti; per la zona 4 Panighina-Capocolle-Dorgagnano Andrea Minotti; per la zona 5 S.Maria Nuova Spallicci-S.Croce-S.Pietro in Guardiano Romina Bassenghi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

Torna su
ForlìToday è in caricamento