menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiera di Forlì, l'assessore Cicognani: "Dispiace per i licenziamenti dei dipendenti. Assunti con contratti a chiamata"

A fare il punto in Consiglio comunale, replicando ad un question time presentato dal consigliere comunale di "Forlì e co" Federico Morgagni, è stato giovedì pomeriggio l'assessore al Bilancio, Vittorio Cicognani

"Sarà il nuovo amministratore unico a presentare il piano industriale della Fiera di Forlì". A fare il punto in Consiglio comunale, replicando ad un question time presentato dal consigliere comunale di "Forlì e co" Federico Morgagni, è stato giovedì pomeriggio l'assessore al Bilancio, Vittorio Cicognani. "Abbiamo concluso l'iter con la Fiera di Rimini e la Fiera Spa ha incassato tutti i soldi che erano stati promessi con l'atto notarile - ha esordito -. Sta procedendo il piano industriale che c'era stato presentato, con la costituzione della nuova società della gestione della Fiera Avicola a Rimini".

Ha proseguito Cicognani: "Il presidente della Fiera di Forlì è dimissionario e stiamo attendendo l'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2019, che avverrà presumibilmente entro le prime due settimane di febbraio. In quel momento sarà nominato il nuovo amministratore unico, perchè trasformeremo la società da Spa ad Srl, andando a ridurre così dei costi gestionali, eliminando il collegio sindacale e nominando un solo membro. Sarà quindi l'amministratore unico a presentare il piano industriale, che dovrebbe prevedere la gestione "immobiliare" di quello che resta della Fiera".

Per quanto riguarda il licenziamento dei quattro dipendenti, ha proseguito l'assessore, "a me spiace molto, ma è il risultato della gestione che c'è stata fino ad ora. Purtroppo i dipendenti, o comunque non tutti, non saranno necessari nella nuova gestione. Sono partite le lettere di licenziamento da parte dall'attuale società. La Fiera è una società per azioni e noi siamo uno dei soci qualificati. I dipendenti sono stati assunti con contratti a chiamata, quindi purtroppo come Comune non possiamo assumerli direttamente, ma devono svolgere normalmente una gara".

Morgagni si è detto "perplesso" delle parole di Cicognani: "E' un problema di questa estate e forse era necessario intervenire prima. Inoltre si andrebbe verso un'organizzazione non diretta degli eventi. Questo non è un piano di rilancio, ma andiamo verso la depauperazione del polo fieristico". "Il nostro obiettivo è migliorare la gestione del quartiere fieristico, affittare gli spazi, dare l'organizzazione delle fiere a chi ha dimostrato che è capace. Non è importante chi le organizza, ma che ci siano e che portino persone", ha contrattaccato Cicognani.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento