"Contenuti gender ai bambini della scuola elementare": la protesta di Minutillo (Fdi)

“Abbiamo appena appreso la sconvolgente circostanza per cui ai bambini della scuola primaria di Predappio  Adone Zoli sia stata proposta la lettura del libro “Ascolta il tuo cuore” di Bianca Pitzorno"

“Abbiamo appena appreso la sconvolgente circostanza per cui ai bambini della scuola primaria di Predappio  Adone Zoli sia stata proposta la lettura del libro “Ascolta il tuo cuore” di Bianca Pitzorno che espone espliciti contenuti gender”. La protesta politica viene da Francesco Minutillo, dirigente di Fratelli d’Italia. Minutillo cita il testo dato in lettura ai bambini: “'E poi le donne a fare i toreri non ce le vogliono' – aggiungeva Gabriele dispettoso. 'Bé vuol dire che cambierò sesso' – pensava Prisca. Elisa le aveva mostrato, su una rivista medica dello zio Leopoldo, la foto di un camionista svedese che si era fatto fare un’operazione ed era diventato una bellissima ragazza. 'Se fossi maschio potrei anche fare il mozzo su una nave mercantile e andarmene in giro per il mondo'– pensava Prisca. (…) 'Va bé, vuol dire che prima mi sposerò e avrò i miei diciassette bambini, e solo dopo cambierò sesso e farò il torero'. Era un pensiero consolante avere quella doppia possibilità grazie al progresso della scienza.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Non si tratta delle prima protesta sui contenuti dei testi divulgati a scuola in Italia. Dichiara Minutillo: “Fratelli d’Italia insorge con fermezza di fronte a questi tentativi di instillare a tutti i costi nelle coscienze dei bambini idee e concetti che vogliono alterare la serena visione dell’esistenza secondo natura e soprattutto della famiglia naturale ” tuona Francesco Minutillo, che continua: “La scuola pubblica non è una sottosezione del Partito Democratico o di un centro sociale di estrema sinistra. Abbiamo già visto i danni che certa cultura di sinistra ha provocato alle giovani vite di Bibbiano e dei loro genitori. Oggi più che mai bisogna alzare il livello di allerta contro questi attacchi quotidiani alla normalità dello sviluppo infantile. Imporre ad alunni la lettura di libri scritti da Bianca Piztorno, nota attivista e precursore della cultura gender in moltissimi suoi romanzi, è semplicemente irresponsabile. Ricordo infatti come la Piztorno è la stessa che nel romanzo per ragazzi “Extraterrestre alla pari” ha raccontato la storia di una coppia che adotta un piccolo extraterrestre che viene da un pianeta in cui il sesso viene definito solo in tarda adolescenza e che nel libro ha scelto addirittura di utilizzare l’asterisco per neutralizzare il sesso dei propri personaggi. Ora basta: Fratelli d’Italia invita il Provveditore ad attivare una approfondita inchiesta per verificare che simili episodi non si siano verificati in altri istituti del forlivese. Il principio è uno solo: no al gender nelle scuole!”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'auto sbanda e invade la corsia opposta: lo schianto è inevitabile, muore un uomo di 59 anni

  • Tragedia sulla Cervese alle prime luci del mattino, c'è un morto: chiusa al traffico la strada

  • Saette, tuoni e brusco calo delle temperature. E c'è una nuova allerta temporali

  • Prima sfuriata temporalesca nel Forlivese, venti oltre i 70 km/h: crollano diversi alberi

  • Saetta colpisce e incendia un'insegna pubblicitaria sulla Cervese

  • Attesi altri temporali, l'allerta meteo comunicata al telefono: "Ridurre gli spostamenti"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento