Cresce il gradimento per il sindaco Gian Luca Zattini: ad un anno dalle elezioni supera il 53%

Il dato emerge dallo studio Governance Poll de "Il Sole 24 Ore", effettuata dall’istituto Noto Sondaggi con interviste realizzate dal 5 al 30 giugno scorsi

Cresce il gradimento per il sindaco Gian Luca Zattini ad un anno dalla sua elezione con la sua maggioranza di centro-destra, la prima non di sinistra dopo quasi 50 anni. Il dato emerge dallo studio Governance Poll de "Il Sole 24 Ore", effettuata dall’istituto Noto Sondaggi con interviste realizzate dal 5 al 30 giugno scorsi. La sua popolarità è cresciuta dello 0,7% rispetto alla data del 9 giugno 2019, quando venne eletto alla guida della città mercuriale dopo il ballottaggio col candidato del centrosinistra, Giorgio Calderoni.

Con il 53,7% Zattini è al quinto posto in Emilia Romagna dietro solo al primo cittadino di Rimini Andrea Gnassi (57,3%, +0.3% dall'ultima elezione) e a quello di Modena Gian Carlo Muzzarelli (55%, +1,6%). A livello nazionale occupa la 50esima posizione. "E' un'indicazione preziosa, resa ancor più significativa dal banco di prova del Covid, che prendo come tale ma che promuove, in termini di performance, il connubio tra responsabilità e politica di questa Amministrazione - afferma Zattini -. Perché fare il sindaco significa prima di tutto dare delle risposte concrete ai propri cittadini, in tempi certi, con strumenti rapidi e senza perdersi nei rivoli della burocrazia. Quando vengono meno queste capacità e si ingessano i servizi, il sindaco, che sia di destra o di sinistra, è il primo a doverne rispondere e a pagarne il prezzo in termini di consenso. Quello che invece abbiamo cercato di fare in questi mesi è risolvere i problemi e raggiungere dei risultati. Lo abbiamo fatto con la facoltà di medicina, con il Covid ma anche nella quotidianità dei piccoli interventi. Non c'è altro modo per essere premiati dalla propria città se non quello di lavorare e di farlo bene".

Intervista al sindaco 1  - Discontinuità? "Ora Forlì è una città normale"
Intervista al sindaco 2 - La politica. "Fdi in maggioranza, i Minutillo no"
Intervista al sindaco 3 - Polo di via Bertini? "Gruppi di potere in difficoltà"

“Un grande grazie e le mie personali congratulazioni al sindaco Zattini, per il buon risultato raggiunto in tema di popolarità - afferma il parlamentare della Lega, Jacopo Morrone -. Non è stato un anno facile. Per la prima volta dopo cinquanta anni, una coalizione alternativa alla sinistra ha raccolto il testimone andando ad amministrare una città chiusa in se stessa, insicura e con tante potenzialità inespresse. La Giunta si è data molto da fare e ha cercato di invertire il trend negativo dando prova delle proprie capacità e della nuova progettualità. Abbiamo purtroppo dovuto affrontare anche la fase emergenziale della pandemia e il lockdown. Avversità che, sono convinto, la Giunta forlivese abbia saputo superare con grande capacità e attitudine amministrativa. Nonostante tutto, in questo anno sono stati raggiunti obiettivi ambiziosi che ci danno grandi speranze per il futuro, dal coronamento del sogno di uno scalo aeroportuale attivo, alla facoltà universitaria di Medicina".

Anche Fratelli d'Italia di Forlì, con il suo circolo Caterina Sforza ed il suo presidente Marco Catalano, esprimono "soddisfazione per questo ulteriore      aumento di gradimento da parte dei cittadini al sindaco Zattini che a un anno e più dalla sua elezione, incrementa il suo consenso ponendosi sul podio rispetto a tutti i sindaci neo eletti in quella tornata  elettorale regionale. Ci si compiace di questo ulteriore consenso frutto del buon governo, del buonsenso , della politica del fare per la città . Già dopo un anno di amministrazione la città ha già un volto nuovo. Il sindaco Zattini e la sua Giunta stanno lavorando duro portando a casa grossi risultati come la facoltà di medicina e la riapertura dell aereoporto cittadino". Anche Roberto Petri, commissario della Federazione provinciale di Fratelli d’Italia e la direzione provinciale di Fratelli d'Italia di Forlì-Cesena si congratulano con Zattini: "Il partito non farà mancare il suo apporto  per  sostenere questa esperienza politico-amministrativa della prima giunta comunale di centrodestra degli ultimi 40 anni che sta cambiando e cambierà ancora di più in meglio il volto e la storia della città di Forlì".

La domanda posta dal sondaggio era: "Le chiedo un giudizio complessivo sull’operato del sindaco della sua città. Se domani ci fossero le elezioni comunali, lei voterebbe a favore o contro l’attuale sindaco?". Ad un anno dall'elezione, Zattini ha tratto un bilancio in una videointervista rilasciata a ForlìToday. Il primo segno della discontinuità promessa in campagna elettorale? "La prima Forlì è diventata una città normale, dove si vince e si perde". "Il centro-sinistra - aveva aggiunto - non faceva niente, lasciare tanti progetti e non realizzarne vuol dire un'amministrazione fallimentare. Noi abbiamo tenuto in piedi le cose che abbiamo ritenute giuste, il nostro mandato vuole lasciare il segno per le realizzazioni". Le due più grosse soddisfazioni? "La facoltà di Medicina", ha spiegato Zattini, che torna ad criticare: "E' una delibera epocale: non avere avuto un voto unanime in Consiglio è perché la sinistra dice 'La città non mi ha votato, io punisco la città'". C'è poi la ripartenza dell'aeroporto: "Vogliamo rendere Forlì la 'Cardiff 2', una città vocata all'aeronautica". Nell’exit pool dei governatori, di regione, Bonaccini si piazza al quinti posto su 18 con il 54 per cento, 2,6 per cento in più rispetto al giorno della elezione (51,4 per cento). Zaia (Veneto) al primo posto con il 70 per cento.

Governance Pool 2020

Differenza con giorno elezioni

Governance Pool 2017

Governance pool 2016

Governance Pool 2015

Andrea Gnassi (Rimini)

57,3 per cento

57%  (+0,3)

55 per cento

50 per cento

46,5 per cento

Virginio Merola (Bologna)

48,5 per cento

54,6% (- 6,1)

53 per cento

49,5 per cento

44,5 per cento

Michele De Pascale (Ravenna)

51 per cento

53,3% (- 2,3)

52,5 per cento

Gian Carlo Muzzarelli (Modena)

55 per cento

53,4% (+ 1,6)

53,5 per cento

56,5 per cento

60 per cento

Alan Fabbri (Ferrara)

52,8 per cento

56,7% (- 3,9)

Luca Vecchi (Reggio Emilia)

56,7 per cento

63,3% (- 6,6)

52 per cento

54,3 per cento

58,5 per cento

Federico Pizzarotti (Parma)

49,4 per cento

57,9% (- 8,5)

60,5 per cento (1°)

54,3 per cento

54 per cento

Gian Luca Zattini (Forlì)

53,8 per cento

53,1% (+0,7%)

Patrizia Barbieri (Piacenza)

56,5 per cento

58,5% (- 2)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Forlì spiccherà il volo verso Spagna, Germania e Ungheria: ufficializzata la terza compagnia

  • Aeroporto, il Ridolfi torna sui radar di tutto il mondo: si parte con i voli commerciali

  • L'aeroporto di Forlì alla conquista del Mediterraneo: si allunga la lista delle compagnie

  • Coronavirus, contagi in aumento. Bonaccini non esclude una stretta sulle scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento