Lunedì, 14 Giugno 2021
Politica

Dal Consiglio comunale di Forlì solidarietà alla popolazione dell’Artsakh armeno

"Il conflitto, durato con alterne vicende poco più di un mese, ha avuto come esito, il 10 novembre, l’intesa provvisoria di ‘cessate il fuoco’ sottoscritta dai premier di Russia, Armenia e Azerbaijan, che ha penalizzato pesantemente l’Artsakh", afferma il parlamentare Jacopo Morrone.

Approvata dai consigli comunali di Forlì e di Cesena una mozione presentata dalla Lega per esprimere solidarietà alla popolazione dell’Artsakh armeno (Nagorno Karabakh), dopo l’attacco sferrato dalle forze armate dell’Azerbaijan il 27 settembre scorso. "Il conflitto, durato con alterne vicende poco più di un mese, ha avuto come esito, il 10 novembre, l’intesa provvisoria di ‘cessate il fuoco’ sottoscritta dai premier di Russia, Armenia e Azerbaijan, che ha penalizzato pesantemente l’Artsakh", afferma il parlamentare Jacopo Morrone.

Il deputato della Lega entra nel dettaglio: "La questione riguarda da vicino l’Italia e l’Europa perché la politica di aggressione della repubblica azera, appoggiata dal governo turco che ha aumentato la propria influenza e la propria presenza nell’area, rischia di provocare la destabilizzazione del Caucaso, zona strategica anche per i gasdotti e gli oleodotti a servizio dell’approvvigionamento energetico del continente europeo. A muovere la nostra attenzione è stato anche l’allarme lanciato dalle comunità armene all’estero che temono quell’obiettivo mai abbandonato da azeri e turchi di cancellare la memoria armena e di proseguire in chiave moderna la politica nazionalista turca responsabile del primo genocidio del XX secolo, perpetrato nei confronti del popolo armeno che costò oltre un milione e mezzo di vittime innocenti fra il 1915 e 1922".

"Solo dopo più di un secolo questi crimini ignorati per troppo tempo sono stati riconosciuti da gran parte del mondo occidentale e anche l’Italia ha formalmente riconosciuto il ‘genocidio degli Armeni’ il 10 aprile 2019 con l’approvazione a larghissima maggioranza di una mozione bipartisan alla Camera - prosegue -. Le attuali vicende belliche mostrano ancora una volta la realtà ormai ineludibile delle politiche espansionistiche turche nel Mediterraneo e nell’area caucasica, dove oggi, nel mirino, ritroviamo la popolazione cristiana armena libera, pacifica e democratica. Tra gli impegni richiesti nel testo anche quello del riconoscimento della repubblica dell’Artsakh da parte dell’Italia e della comunità internazionale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal Consiglio comunale di Forlì solidarietà alla popolazione dell’Artsakh armeno

ForlìToday è in caricamento