Dall'Idv proposte di modifica al patto di sindacato di Hera

"In questi giorni quasi tutti i Consigli Comunali sono impegnati nell'esame del patto di sindacato tra i soci pubblici di Hera che deve essere rinnovato a inizio anno"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

"In questi giorni quasi tutti i Consigli Comunali sono impegnati nell'esame del patto di sindacato tra i soci pubblici di Hera che deve essere rinnovato a inizio anno. Italia dei Valori presenterà alcune proposte di modifica nel segno dell'abbattimento dei costi della politica e del rafforzamento della gestione pubblica. Da un lato per dare l'esempio ai cittadini che nei prossimi mesi saranno chiamati a fare sacrifici, dall'altro per dare seguito all'esito del referendum di Giugno: in quella occasione i cittadini partecipando al voto in massa hanno affermato la volontà che la gestione dei servizi essenziali sia sottratta a logiche puramente economiche.

Il primo emendamento di Italia dei Valori prevede una diminuzione di membri del CDA da 13 a 9, il secondo chiede l'introduzione dell'obbligo di parità di genere al 50% dei suoi componenti, il dimezzamento delle retribuzioni e dei benefit dei Consiglieri e Manager. Infine il terzo emendamento va nella direzione di riconsegnare al Consiglio Comunale un  ruolo decisionale centrale quale espressione di rappresentanza dei cittadini, reali proprietari delle quote azionarie comunali".

Torna su
ForlìToday è in caricamento