Decreto "Cura Italia", indennità da 600 euro a partite Iva: a Forlì quasi 15mila domande

"L’Inps sta completando l’accredito dei pagamenti e a livello nazionale sono oltre 3 milioni le domande liquidate entro la metà di aprile, ma il dato è in costante aggiornamento", afferma il parlamentare pentastellato, Carlo Ugo De Girolamo

Sono quasi 15mila, precisamente 14912, le richieste presentate dai lavoratori autonomi forlivesi all'Inps per beneficiare delle indennità da 600 euro, misura prevista dal Governo per il mese di marzo e inserita nel Decreto Cura Italia in corso di conversione in Parlamento. "L’Inps sta completando l’accredito dei pagamenti e a livello nazionale sono oltre 3 milioni le domande liquidate entro la metà di aprile, ma il dato è in costante aggiornamento - afferma il parlamentare pentastellato, Carlo Ugo De Girolamo -. Come MoVimento 5 Stelle al governo, attraverso il decreto Cura Italia, abbiamo dato una risposta a 19 milioni di lavoratori.  È un primo importante sostegno diretto per migliaia di lavoratori autonomi, commercianti, professionisti in sofferenza in seguito all’emergenza Coronavirus".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ora si tratta di proseguire mettendo in campo strumenti nuovi come il Reddito di emergenza con 3 miliardi di euro per circa 3 milioni di cittadini. Il reddito di cittadinanza ha già posto un argine importante alla crisi, grazie alla misura 2,4 milioni di italiani oggi possono contare su una entrata certa - prosegue de Girolamo -. Nei prossimi giorni il Governo varerá un altro decreto contenente le misure per il mese di aprile, quali l'aumento di questa indennità in favore delle partite Iva e altre misure molto importanti per le piccole imprese del territorio. Dopo l'ok arrivato dall'Unione europea per il piano prestiti alle imprese garantiti dallo Stato, si partirà con il piano di ristoro per tutti coloro che hanno avuto perdite di fatturato a causa di questa emergenza. Siamo vicini ai lavoratori e alle aziende e continuiamo a lavorare senza sosta per tagliare la burocrazia e accelerare le procedure”, conclude il parlamentare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

  • Grande Fratello, fisico scolpito per Denis Dosio: sette mesi tra dieta e allenamenti, "Ammetto che è tosta"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento