Politica

Decreto natalizio, tanti malumori. Di Maio: "Il Governo assicuri ai congiunti la possibilità di vedersi"

Lo dichiara il deputato Marco Di Maio, capogruppo in Commissione Affari costituzionali alla Camera

"Abbiamo sempre rispettato la linea del rigore, fin dall'inizio della pandemia, in stretta osservanza con le indicazioni della scienza. Tuttavia non possiamo non riscontrare una evidente contraddizione tra le misure adottate dal Governo con l'ultimo decreto legge per gli spostamenti nel periodo natalizio. Abbiamo detto in parlamento e in consiglio dei ministri che queste norme vanno modificate e continueremo a farlo". Lo dichiara il deputato Marco Di Maio, capogruppo in Commissione Affari costituzionali alla Camera.

"Se si ritiene pericoloso che le persone della stessa famiglia o che coppie legate da relazioni di affetto stabile si incontrino - afferma -, questo pericolo non può valere solo per il 25 e 26 dicembre o per il 1° e 6 gennaio. Con l'evidente paradosso che la notte di Natale e la notte di Capodanno le limitazioni agli spostamenti tra Comuni non ci saranno. La lotta al Covid deve proseguire, ma con buon senso".

"A Natale la ricongiunzione in sicurezza dei più intimi affetti familiari dovrebbe essere assolutamente garantita. Non si tratta - osserva - di un'apertura indiscriminata, pericolosa, che potrebbe produrre una terza ondata come, abbiamo sentito dire da alcune esponenti di Governo; il decreto ci pare insoddisfacente, siamo speranzosi che nei prossimi dpcm il presidente del Consiglio sappia cogliere il disagio e il turbamento di milioni di famiglie italiane". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto natalizio, tanti malumori. Di Maio: "Il Governo assicuri ai congiunti la possibilità di vedersi"

ForlìToday è in caricamento