Politica

Decreto riaperture, "Incomprensibile ancora lo stop alle piscine. Subito azioni per la riapertura al primo giugno"

Così Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia e sindaco di Tredozio, commenta le riaperture col nuovo decreto

"Una necessaria e improrogabile boccata di ossigeno per tante realtà che rischiavano il definitivo tracollo". Così Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia e sindaco di Tredozio, commenta le riaperture col nuovo decreto. "Finalmente il Governo ha compreso e fatto proprie le richieste degli imprenditori. Richieste che Forza Italia ha sempre sostenuto con forza e, soprattutto, richieste legittime - afferma -. È grave, tuttavia, che non si possa dire lo stesso delle piscine, la cui riapertura è incomprensibilmente slittata al 1 luglio: presenterò a brevissimo un'interrogazione parlamentare per chiedere la riapertura dal 1 giugno e lo stralcio di una norma restrittiva davvero iniqua e che comprometterà il futuro di tante realtà e posti di lavoro".

"Positivo, invece, lo spostamento del coprifuoco: ribadisco, tuttavia, ancora una volta che la soluzione a mio avviso non sarebbe mai dovuta essere la chiusura o il coprifuoco - prosegue -. Tuttavia non mi sembra che siano stati previsti maggiori controlli per gli assembramenti che potrebbero crearsi e continuo a non vedere alcun vero impegno per intensificare il trasporto pubblico: non nascondo che questi fattori mi preoccupano in modo consistente perché è ormai dimostrato che sono questi aspetti ad essere cruciali per la diffusione del virus ed è controllandoli che si sposta l’ago della bilancia della pandemia, non con le chiusure indiscriminate che danneggiano il tessuto economico del Paese".    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto riaperture, "Incomprensibile ancora lo stop alle piscine. Subito azioni per la riapertura al primo giugno"

ForlìToday è in caricamento