Dehors anche in inverno, il vicesindaco Mezzacapo: "La giunta si sta attivando"

Lo annuncia il vicesindaco Daniele Mezzacapo, rispondendo ad un question time presentato dal consigliere comunale di Fratelli d'Italia, Marinella Portolani

Dehors provvisori per proteggere dalle intempiere i cittadini in fila all’esterno degli uffici pubblici, dei negozi e bar e ristoranti. Lo annuncia il vicesindaco Daniele Mezzacapo, rispondendo ad un question time presentato dal consigliere comunale di Fratelli d'Italia, Marinella Portolani. "L'amministrazione comunale porterà in giunta un articolato nel quale si cercherà di favorire l'installazione di strutture provvisorie per il periodo che sta arrivando", ha specificato Mezzacapo.

Nel question time Portolani ha evidenziato la formazione di code in attesa di poter accedere ai locali interni per fruire dei servizi e che diversi uffici pubblici, commerciali e attività ricettive non dispongono di una sala d'aspetto idonea al rispetto alle norme del distanziamento anti-covid. "Il Gruppo Fratelli d’Italia - afferma Portolani - ha avuto sollecitazioni dagli abitanti del quartiere Cava e da altre zone della città, dove i cittadini spesso di età avanzata sono costretti a passare ore in fila all'aperto per poter ritirare la pensione o anche per fruire dei servizi erogati dagli uffici pubblici, dagli esercizi commerciali e delle attività ricettive".

Portolani si è dichiarata "soddisfatta" della risposta del vicesindaco: "Tale provvedimento, oltre ad incentivare e salvaguardare le attività commerciali in città,  tutelerebbe la salute e la qualità della vita dei cittadini anche in prospettiva del prolungarsi del periodo di emergenza durante la stagione invernale ed in osservanza e rispetto delle norme di distanziamento anti covid-19. Apprezzo questo lavoro veloce dell'amministrazione comunale, che potrà scongiurare la chiusura di altre attività".

La deliberazione in vigore

Con la deliberazione numero 129 del 13 maggio scorso, la giunta ha approvato la modalità di presentazione della domanda per il rilascio del permesso di installazione gratuita di nuovi dehors o ampliamento di quelli esistenti in tutto il territorio comunale. Fino al 15 novembre, per tutti i pubblici esercizi e le attività commerciali per le quali è consentita la realizzazione di queste strutture, è ammesso l’ampliamento dell’esistente o la nuova realizzazione fino al raggiungimento di una superficie complessiva pari al doppio di quella attualmente assentibile dalla vigente disciplina comunale, al solo scopo di assicurare il distanziamento tra le persone. Sempre fino al 15 novembre, per le attività commerciali e artigianali per le quali la vigente disciplina comunale non consenta l’occupazione di spazio all’aperto di suolo pubblico o privato, è ammessa invece l’occupazione di una superficie non superiore a 20 metri quadrati per l’esposizione di merci all’aperto o per l’allestimento di arredi (tavoli e sedie) finalizzati ad ospitare le persone che sono eventualmente in attesa di poter accedere in maniera contingentata nei luoghi al chiuso.

Le occupazioni potranno svilupparsi nello spazio prospiciente all’attività alle quali sono pertinenziali e non potranno invadere i fronti di proprietà altrui o di attività diverse in assenza di nulla osta da parte dei proprietari o esercenti confinanti. Inoltre, fatta eccezione per quelle rilasciate in deroga alle vigenti disposizioni regolamentari e che avranno validità fino al 15 novembre, tutte le concessioni di Dehors in scadenza entro la data del 31 dicembre si intenderanno automaticamente rinnovate per un ulteriore anno dalla data di scadenza (salvo disdetta da parte del titolare). Dovranno essere necessariamente strutture semplici e facilmente amovibili, non invasive che permettano di essere smontate senza sforzi alla fine del periodo in deroga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono quindi vietate pedane e qualsiasi tipo di struttura fissa o di consistenza significativa che non rispetti i requisiti di immediata amovibilità. Per la presentazione di queste istanze sono azzerati i costi di segreteria ed è prevista l’esenzione dal Canone Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche (Cosap). La domanda dovrà essere inoltrata secondo le medesime modalità previste dal nostro ordinamento mediante l’apposita modulistica pubblicata al seguente link: Autorizzazione occupazione suolo pubblico temporanea Il permesso verrà rilasciato il prima possibile e comunque non oltre il termine massimo di quindici giorni. Ai sensi dell'art. 181 c. 2 del D.L. "Rilancio" n. 34 del 19/04/2020 le pratiche per dehors sono esentate dall'imposta di bollo fino al 31 ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Forlì parte la ribellione delle palestre: "Se imporranno la chiusura, non chiuderemo"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Meldola in lutto per la scomparsa di Stefanino, il sindaco: "Una figura speciale per tutti"

  • Travolto all'uscita della scuola: bimbo trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Non paga i debiti della propria azienda: l’imprenditore creditore assolda i killer per ucciderlo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento