Politica

DestinAzione Forlì parte con la campagna elettorale: "Non rubate le nostre battaglie"

Raffaella Pirini, capogruppo della lista civica DestinAzione Forlì, interviene nel dibattito avviato in vista delle elezioni, con evidente riferimento ai Verdi e ai nuovi simpatizzanti del M5S

Raffaella Pirini, capogruppo della lista civica DestinAzione Forlì, interviene nel dibattito avviato in vista delle elezioni amministrative del 2014, con evidente riferimento, pur non avendoli citati mai, ai Verdi e ai nuovi simpatizzanti del M5S. “Dove erano  gli pseudo ambientalisti della vecchia guardia e dell’ultima ora, quando da soli, in città ci siamo battuti in ogni sede, in strada, nei cantieri ed anche nelle aule dei tribunali contro l’impatto sull’ambiente degli inceneritori e degli altri elementi inquinanti (Pm10, amianto, diossine, acqua al manganese, stoccaggio scorie radioattive)? Dove erano i redivivi e novelli Savonarola quando nell’aula del consiglio comunale chiedevamo il conto dei soldi pubblici spesi inutilmente nelle tante società partecipate (come Seaf e Sapro, solo per fare due esempi) poi chiuse nel fallimento di un bilancio con i conti in rosso?”

“Dove erano i tanti politici d’opposizione ed aspiranti tali quando chiedevamo il conto delle altrettanto fallimentari politiche di governance  degli amministratori locali in tema di sicurezza del suolo, di mancato ammodernamento delle scuole, riduzione del sostegno al welfare ed all’economia, storture nel mercato del lavoro (abbiamo fatto da sponda all’inchiesta “divanopoli”)? Semplicemente: non c’erano – afferma Pirini - Ci siamo trovati soli, assieme ai cittadini a condurre queste battaglie. Battaglie condotte contro i poteri forti (vedi il gruppo Hera, ad esempio) e in difesa degli esseri viventi,  tutti ma proprio tutti (circhi senza animali, i conigli del parco urbano, i problemi del canile),  portate avanti nei fatti e non a parole”.

“Sarebbe troppo facile – aggiunge -  elencare le tematiche che nel corso degli anni abbiamo affrontato non soltanto con spirito critico, ma con approccio propositivo, nell’intento di risolvere i problemi: mobilità-viabilità,  sicurezza sul lavoro, tutela salute dei cittadini, lotta ai pesticidi ed all’elettrosmog, irregolarità spazzamento neve e politiche sui rifiuti e il porta a porta (di cui siamo stati antesignani), criteri sugli assegni di cura e welfare attivo, promozione  attuazione  referendum su acqua e abolizione finanziamento pubblico ai partiti ed alla casta. Sarebbe un elenco interminabile di cose fatte che nessuno ci potrà mai  disconoscere. E quando gli altri tacevano sui problemi più spinosi, noi gridavamo forte il nostro pensiero, da persone libere e senza padroni, nè padrini”.

“Detto questo, ne siamo certi, ogni cittadino coscienzioso e amante della verità e delle coerenza (non soltanto in politica)  ci saprà riconoscere al momento opportuno, anche alla prova elettorale. Adesso che è di moda (giustamente) la lotta ai 'falsi' in gastronomia e nel mercato dei prodotti d’uso, possiamo anche noi dire: scegliete l’originale e non fatevi ingannare dalle imitazioni, da quelli che per organizzare un convegno aperto alla parola dei cittadini ci copiano anche il titolo”, conclude Pirini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

DestinAzione Forlì parte con la campagna elettorale: "Non rubate le nostre battaglie"

ForlìToday è in caricamento