menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Di Maio, Pd: "Il governo sta azzerando le piccole comunità"

"Fermandosi un attimo a ragionare sulla situazione che sta vivendo il nostro territorio, viene da chiedersi se il Governo non abbia deciso di perseguire il risanamento del Paese attraverso l'azzeramento di alcune comunuità locali"

“Fermandosi un attimo a ragionare sulla situazione che sta vivendo il nostro territorio, viene da chiedersi se il Governo non abbia deciso di perseguire il risanamento del Paese attraverso l'azzeramento di alcune comunuità locali”, lo afferma il segrerio del Pd forlivese, Marco Di Maio.

“Sono tanti i fattori che lo fanno pensare: la chiusura dell'ufficio postale di San Benedetto in Alpe e il rischio analogo per gli uffici di Predappio Alta e Tontola, i calcoli scellerati sulle stime dell'Imu da parte del Ministero delle Finanze che sottraggono centinaia di migliaia di euro alle casse dei piccoli Comuni, il decreto "salva-Italia" che ha tagliato i trasferimenti agli enti locali, il venir meno dei fondi promessi per pagare le spese sostenute per  il "nevone", il patto di stabilità che non consente di pagare i fornitori pur avendo i soldi in cassa (strozzando così anche molte imprese private), i tagli ai fondi per la sanità, il welfare, la scuola. E la lista potrebbe continuare. Di fronte all'esigenza di ridurre la spesa e riorganizzare lo Stato, nel nostro territorio abbiamo formulato delle proposte precise di accorpamento dei servizi tra Comuni vicini, ipotizzato scenari di Unione di Comuni molto ampie (senza escludere le fusioni), spinto già da ben prima del decreto governativo per la realizzazione della Provincia unica di Romagna. Insomma la nostra parte la stiamo facendo e un lavoro simile lo si sta svolgendo su tutto il territorio regionale. Il tutto pur essendo zone che certamente non vanno neppure paragonate per la gestione dei conti pubblici rispetto ad altre aree del Paese, dove il denaro pubblico è stato spesso utilizzato come denaro proprio. Con risultati che sono sotto gli occhi di tutti”, continua.

“Noi ci aspettiamo che questo Governo, prima della conclusione della legislatura, ripristini una condizione di sopravvivenza per la comunità locali, soprattutto per quelle più decentrate della collina e della montagna, andando a reperire le risorse pubbliche che servono là dove effettivamente ci sono (grandi patrimoni, grandi aziende di Stato, spese militari, ecc.), allentando i vincoli del patto di stabilità e prendendo coscienza che senza le comunità locali, chiudendone i servizi e senza sostenere minimamente la vita delle zone lontane dai grandi centri, si rischia di privare il nostro Paese di uno dei suoi caratteri distintivi. E di fare un buco ancora più grande della toppa”.

 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento