menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Rocca San Casciano, Rosaria Tassinari

Il sindaco di Rocca San Casciano, Rosaria Tassinari

Dimissioni Bulbi/2. I sindaci critici: "Non deve abbandonarci"

L'annuncio delle dimissioni fatto giovedì pomeriggio ai sindaci del comprensorio dal presidente della Provincia di Forlì-Cesena, Massimo Bulbi, è esploso come una bomba

L'annuncio  delle dimissioni fatto giovedì pomeriggio ai sindaci del comprensorio dal presidente della Provincia di Forlì-Cesena, Massimo Bulbi, è esploso come una bomba, perchè nessuno se lo aspettava. “Sembrava che la decisione fosse stata presa – testimonia il primo cittadino di Rocca San Casciano, Rosaria Tassinari – Bulbi ci ha detto che sarebbe stata una delle ultime volte che ci saremmo visti tutti insieme”. In serata la Provincia ha cercato di aggiustare il tiro, ma coloro che erano presenti parlano chiaro ed hanno recepito un messaggio: dimissioni ad ottobre.

La perplessità dei sindaci è tanta. Balzani preferisce non parlare, ma conferma: “Certo che gli ho chiesto di ripesarci, sotto questo profilo è un errore”. Anche il vicepresidente della Provincia, Guglielmo Russo, sembra essere stato colto alla sprovvista: “Ha parlato di dimissioni ad ottobre, ma prima di rilasciare dichiarazioni dobbiamo fare una bella chiacchierata. Adesso non è proprio il momento per dire qualcosa”. Insomma questa notizia sta creando scompiglio un po' dappertutto, anche tra i politici locali.

Anche il sindaco di Predappio definisce l'annuncio “un fulmine a ciel sereno”. Ma non è per nulla contento dell'atteggiamento di Bulbi: “Non vedo altri presidenti di Provincia che si vogliano dimettere, la proposta del Governo non è solo per Forlì-Cesena. Con le sue dimissioni costringerebbe i sindaci ad un lavoro doppio, perchè il compito della Provincia è quello di unire e per questo serve un atteggiamento costruttivo”.

Anche Tassinari si sente, per così dire, abbandonata: “Lasciare proprio in questo momento, quando abbiamo bisogno di essere traghettati verso la Provincia unica romagnola. Gli abbiamo chiesto di ripensarci, se ne andrebbe il nostro traghettatore”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento