menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Diritti civili, "stop al reato di immigrazione, sì a quello di tortura"

Introdurre il reato di tortura, abolire il reato di immigrazione e la legge ex Cirielli: sono questi gli obiettivi molto concreti della petizione popolare lanciata dal PD e sottoscritta da Thomas Casadei

Introdurre il reato di tortura, abolire il reato di immigrazione e la legge ex Cirielli: sono questi gli obiettivi molto concreti della petizione popolare lanciata dal PD e sottoscritta, congiuntamente, da Thomas Casadei, consigliere regionale PD, e da Antonio Mumolo, consigliere regionale e coordinatore del Dipartimento Diritti PD Emilia-Romagna, sempre in prima linea nella lotta per i diritti civili. "Con la richiesta di introdurre il reato di tortura anche in Italia, un tema al centro di una risoluzione approvata lo scorso settembre dall'Assemblea legislativa, la petizione vuole lanciare un segnale preciso sul tema del rispetto dei diritti umani. Sopratutto - affermano i consiglieri - intende dar seguito alle richieste di tante famiglie che in questi anni si sono trovate, loro malgrado, al centro di vicende drammatiche come quelle di Federico Aldrovandi e Stefano Cucchi".

 "La petizione - proseguono Casadei e Mumolo - intende inoltre aprire una riflessione anche sulla ex Cirielli, una legge "devastante", che nei fatti ha introdotto nuove cause di impunità per i potenti (attraverso la prescrizione breve dei reati, anche gravi, commessi dagli incensurati) e pesanti discriminazioni verso i recidivi anche per reati non gravi, causando l'aumento della popolazione carceraria".

 L'iniziativa del PD chiede inoltre al Parlamento di abolire il reato di immigrazione clandestina, perché, si legge nella petizione "l’immigrazione è irreversibile e è la sfida per il futuro, un terreno su cui si misurerà la nostra capacità di confrontarci con le complesse dinamiche della contemporaneità. La politica dell’immigrazione, in particolare quella messa in atto dai governi di centrodestra, è stata profondamente inadeguata e totalmente sbagliata, per questo occorre invertire la rotta: uno dei compiti che soprattutto il nuovo governo, che auspichiamo sia espressione dell'alleanza di centrosinistra, dovrà affrontare con decisione".





 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento