Disoccupazione, Denis Valenti (PC): "Un dramma"

Allarme Lavoro: così un giornale locale titola i dati drammatici sull’occupazione provinciale. Zignani, Segretario Uil, moderatissimo, usa toni apodittici

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Allarme Lavoro: così un giornale locale titola i dati drammatici sull’occupazione provinciale. Zignani, Segretario Uil, moderatissimo, usa toni apodittici: “Gente disperata, tutti i giorni un contenzioso, stagionali sottopagati”; cupissima la narrazione continua; “non siamo nella valle del benessere, ma di fronte a una situazione drammatica”. Scopriamo che le Notti Rosa celano lavoro nero e sfruttamento intensivo, e che Festival Fitness e Wellness Valley sono racconto per élite, icastica e falsa rappresentazione di una società opulenta, dell’ozio, immagini di nicchia, distanze siderali dal vissuto quotidiano. Record di disoccupati, 60 aziende in crisi, 4036 persone in mobilità, 90,3% gli avviamenti al lavoro, neo-servaggio di massa che sostituisce il marxiano esercito industriale di riserva.

Un capitalismo straccione avanza anche nella ricca Romagna, un modello predatorio, tipo “prendi i soldi e scappa”, anzi nel caso sconcertante della Dometic, prendi i generatori e fuggi. Il boom dei tirocini (+40%) racconta una proletarizzazione diffusa, la crisi che lascia sul terreno una moltitudine di figure professionali, diverse per formazione e status dal lavoratore tradizionale, che lo studioso dei distretti industriali Bonomi chiama Quinto Stato, persone accumunate dall’impoverimento di massa. Riemergono antiche subalternità, le donne le più colpite dalla recessione. I vincoli e i drastici tagli al bilancio rendono impotenti le Amministrazioni Locali, una volta volano di sviluppo. La soluzione dovrebbe passare dal “Sindaco che la destra ci invidia” , l’uomo che apprezza Merkel, e che sta con Marchionne. Istrionico, aduso di gloria mediatica, fa il pieno in Regione, migliaia i fan, centinaia i dirigenti Pd convertiti in una notte al suo mediocre verbo liberista, condito da battutacce stile Toscana, anni luce dalla sinistra, complice, con il suo partito, del disastro del Paese.  

Valenti Denis
Segretario CSP Partito Comunista Fc

Torna su
ForlìToday è in caricamento