Dovadola, Merendi aderisce a Fratelli d'Italia: "Non mi riconosco più in Forza Italia"

Si tratta, spiega, "di un ritorno di fiamma, politicamente parlando, vista la gioventù vissuta in Alleanza Nazionale"

Il consigliere comunale di Dovadola e dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese, Riccardo Merendi, aderisce a Fratelli d'Italia. Si tratta, spiega, "di un ritorno di fiamma, politicamente parlando, vista la gioventù vissuta in Alleanza Nazionale. Emigro da un partito verticistico, che ultimamente ha incardinato una politica nebulosa ed ondivaga: Forza Italia. Ne lascio la direzione provinciale senza astio, senza recriminazioni, con l'unico rammarico di non riconoscersi più in un movimento che spesso ha subito il fascino dalla politica renziana".

"Il mio percorso politico, come quello di tanti amici che dopo Alleanza Nazionale, ha visto la nostra gente disperdersi in mille rivoli, è stato variegato. Mi assumo la responsabilità  di ogni scelta compiuta, con la serenità di chi s'è sempre impegnato fattivamente per il proprio territorio - prosegue Merendi -. Nuove e cruciali battaglie attendono la Destra, voglio viverle nel solco politico che mi è connaturato, dal punto di vista di chi, accanto al fragore dei partiti lideristi e padronali, vuole un partito plurale, interclassista con forti radici Cristiane ma laico nelle sue manifestazioni, che non lanci ogni giorno uno slogan, ma mantenga gli impegni che prende, che non sia prigioniero dei cerchi magici, e che consenta ad ognuno di poter aspirare sulla base delle sue capacità".

Fratelli d'Italia, conclude, "è un movimento che non solo si è affermato in termini di consenso alle europee, ma che ha acquisito sempre più credibilità a livello territoriale dove non si bara, dove non c’è possibilità di eludere quella che è la grande questione del consenso, dove si misura la bontà del proprio operato nella risoluzione dei problemi quotidiani del cittadino. Il mio non è un semplice ritorno a casa perché gli amici, i sentimenti, i valori non li ho mai abbandonati, è innanzitutto l’adesione ad un progetto politico, che dà finalmente quella risposta politica alle esigenze di cambiamento palesate dagli italiani alle ultime elezioni. Servono iniziative fondative, non marginali, non di retroguardia, che sappiano dare risposte concrete alle domande della comunità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Nel Forlivese solo Forlì e tre comuni preferiscono Bonaccini, l'entroterra è con Borgonzoni

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

Torna su
ForlìToday è in caricamento