Dovadola, la proposta di Merendi (Forza Italia): "Un polo sanitario nei locali dell'ex elementari"

La proposta è di Riccardo Merendi, consigliere comunale di Dovadola e componente il comitato provinciale di Forza Italia

"Promuovere la creazione di un polo sanitario nei locali ormai dismessi delle ex scuole elementari di Dovadola". La proposta è di Riccardo Merendi, consigliere comunale di Dovadola e componente il comitato provinciale di Forza Italia. "L'edificio è da tempo inutilizzato e destinato verosimilmente a degrado progressivo - afferma Merendi -. La mia idea sarebbe quella del comodato d'uso, prevedendo la ristrutturazione dei locali ed il loro adattamento alle nuove funzioni a carico dei comodatari".

"I locali potrebbero, idealmente, ospitare ambulatori di medicina di base, di medicina polispecialistica ed odontoiatria. Sarebbero garantiti,  al paese di Dovadola, servizi sanitari importanti a pochi passi dal centro; recuperando al contempo un edificio storico - aggiunge -. Andremmo, secondo il mio parere, nella giusta ed edificante direzione: prevedere l'assunzione di responsabilità di privati nel perseguimento dell'interesse collettivo. Parlerò di questo progetto col sindaco Tassinari, che ritengo persona attenta al benessere della comunità e sicuramente propenso al recupero di quell'edificio".  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Nel Forlivese solo Forlì e tre comuni preferiscono Bonaccini, l'entroterra è con Borgonzoni

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

Torna su
ForlìToday è in caricamento