menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Duce e Corbari accostati al Festival su Caterina Sforza, Melandri replica: "Polemiche sterili"

A sollevare la questione lunedì pomeriggio in Consiglio comunale sono i question time di Forli' e co e Partito democratico

Nessuna intenzione di fare del revisionismo storico, bensì di "discutere del tema della libertà con artisti e opinionisti di tutti gli orientamenti". L'assessore alla Cultura del Comune di Forlì, Valerio Melandri, difende il Festival dedicato a Caterina Sforza in programma in citta' dal 17 al 19 settembre, dopo le polemiche, arrivate anche sui media nazionali, relative al riferimento nel testo introduttivo del materiale promozionale a vari figure della storia della citta' tra cui Benito Mussolini, il partigiano Sirio Corbari, il brigatista Giovanni Sanzani.

A sollevare il caso lunedì pomeriggio in Consiglio comunale sono i question time di Forli' e co e Partito democratico, che chiedevano conto dei "contenuti revisionisti e sessisti" e del "danno d'immagine subito dalla città". "Si estrapolano brani per fini propagandistici", è la replica Melandri, sottolineando che "il revisionismo storico non mi appartiene" e ricordando che al festival hanno contribuito, direttamente o indirettamente, anche Anpi e Istituto storico della Resistenza. Si fa, aggiunge, "apologia del bavaglio", attraverso polemiche sterili. Per cui, invita i colleghi di opposizione, "prima di giudicare fate un salto al festival. Il danno di immagine l'ho subito io non la città". (fonte Agenzia Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento