Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Edilizia e rincari delle materie prime, Pompignoli (Lega): "Monitorare le speculazioni"

È stato votato all’unanimità nel corso della seduta di mercoledì pomeriggio dell’Assemblea Legislativa l’ordine del giorno presentato dal consigliere regionale Massimiliano Pompignoli

È stato votato all’unanimità nel corso della seduta di mercoledì pomeriggio dell’Assemblea Legislativa l’ordine del giorno presentato dal consigliere regionale Massimiliano Pompignoli, incentrato sul problema dell’aumento dei prezzi delle materie prime in ambito edilizio.

“Il drastico ed indiscriminato aumento dei prezzi delle materie prime in ambito edilizio è sotto gli occhi di tutti – commenta il consigliere Pompignoli – a denunciarlo sono le associazioni di categoria, le imprese di costruzione e gli stessi ordini professionali. Di fronte a un fenomeno pericolosissimo, che rischia di mettere in ginocchio uno dei settori trainanti dell’economia di questo Paese, già profondamente segnata dalla nota diffusione pandemica del virus Covid-19, la risposta della politica e delle Istituzioni deve essere netta e condivisa. La speculazione che soffia sui rincari delle materie prime, infatti, non solo si ripercuote sui bilanci delle nostre imprese e sul portafoglio dei nostri cittadini, ma rischia di innescare gravi conseguenze sulla progettazione delle opere derivanti dal “Recovery Plan”, mettendone a serio rischio la fattibilità”.

Il provvedimento illustrato in aula da Pompignoli contiene, dunque, un doppio impegno: "il primo - spiega - è rivolto al Presidente Bonaccini e a tutta la Giunta per “farsi promotori presso la conferenza Stato-Regioni e presso il Governo, affinché a livello nazionale vengano attivate tutte le misure necessarie legate ad un monitoraggio di tali criticità correlate all’andamento dei prezzi dei materiali e delle lavorazioni comunemente utilizzati nel campo edilizio, al fine di individuare proposte perseguibili che prevedano meccanismi tali da riequilibrare il rapporto fra corrispettivo e controprestazione. Il secondo impegno è rivolto direttamente all’Assemblea Legislativa la quale, attraverso la commissione competente, dovrà “prevedere un’audizione che coinvolga le associazioni di categoria, gli ordini professionali e tutti i soggetti interessati, al fine di approfondire tale tematica e confrontarsi sul tema".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Edilizia e rincari delle materie prime, Pompignoli (Lega): "Monitorare le speculazioni"

ForlìToday è in caricamento