Educazione civica a scuola, Costantini (Lega): "Un altro obiettivo raggiunto da questo Governo"

È il responsabile dei giovani della Lega Romagna, Andrea Costantini, a esultare per il primo ok ricevuto dal disegno di legge sulla reintroduzione dell’educazione civica come materia obbligatoria

''Un altro obiettivo raggiunto da questo Governo''. È il responsabile dei giovani della Lega Romagna, Andrea Costantini, a esultare per il primo ok ricevuto dal disegno di legge sulla reintroduzione dell’educazione civica come materia obbligatoria, approvato nei giorni scorsi a Montecitorio con 451 sì, nessun no e 3 astenuti. ''Con l'introduzione dell'educazione civica nelle scuole di ogni ordine e grado contribuiremo a formare cittadini responsabili e consapevoli dei valori comunitari del nostro Paese - afferma Costantini -. Al centro del provvedimento c’è la conoscenza della Costituzione, il contrasto ai fenomeni del bullismo e del cyberbullismo, l’educazione stradale e ambientale e la lotta alle dipendenze da droghe e alcolici. Il tutto, ovviamente, nel rispetto dell’autonomia scolastica e delle competenze dei docenti2.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dopo codice rosso, la legittima difesa, il decreto sicurezza e quota 100, questo Governo ha dato prova di passare dalle parole ai fatti anche sul fronte delle politiche giovanile, della conoscenza delle Istituzioni e delle leggi dello Stato. Quella dell’educazione civica - conclude Costantini - è una riforma utile e fondamentale nel quadro di una società che sembra aver perso l’orientamento in tema di legalità e rispetto del prossimo. Per noi della Lega è fondamentale che la scuola formi cittadini liberi, che conoscano diritti e doveri e che abbiano la consapevolezza che ciò che è pubblico è un bene comune che va rispettato e preservato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento