menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Electrolux, Bartolini (Fi-Pdl) presenta risoluzione in Regione

"Data la complessità della situazione – ha aggiunto Bartolini – ho depositato una risoluzione nell’Assemblea legislativa nella quale ho chiesto alla Giunta regionale di promuovere tempestivamente, in ottemperanza al Patto per attraversare la crisi, un tavolo istituzionale al quale invitare i vertici forlivesi di Electrolux"

“Il Gruppo Electrolux ha annunciato un’ulteriore riorganizzazione delle strutture produttive a livello europeo che interessa anche i 4 stabilimenti italiani fra i quali quello di Forlì. In questo stabilimento lavorano 998 addetti a cui si aggiungono altri circa 200 lavoratori legati all’indotto. L’intenzione dei vertici della Multinazionale, che nel frattempo hanno avviato una serie di verifiche sui cicli produttivi di ogni stabilimento, si profila quella di delocalizzare la maggior parte delle produzioni in paesi dove i costi sono concorrenziali, a partire da quello della manodopera. Orientamento che, per quanto riguarda lo stabilimento di Forlì, si configura in palese violazione degli accordi sottoscritti con le parti sindacali e che rischia di avere pesanti ripercussioni sull’occupazione e di conseguenza sul tessuto socio-economico di molti comuni del forlivese”. È quanto ha dichiarato Luca Bartolini, Consigliere regionale del Gruppo FI-PDL.

“Data la complessità della situazione – ha aggiunto Bartolini – ho depositato una risoluzione presso l’Assemblea legislativa nella quale ho chiesto alla Giunta regionale di promuovere tempestivamente, in ottemperanza al Patto per attraversare la crisi, un tavolo istituzionale al quale invitare i vertici forlivesi di Electrolux, i rappresentati sindacali dei lavoratori, il Comune di Forlì e la Provincia di Forlì-Cesena e le Istituzioni locali. Ciò al fine di verificare la fattibilità di interventi a sostegno della competitività dello stabilimento forlivese, quali il contenimento dei costi energetici e il sostegno alla ricerca e all’innovazione. Ho chiesto, inoltre, al Presidente Errani di intervenire risolutamente sul Presidente del Consiglio Letta affinché venga dato immediato corso alla richiesta di apertura di un tavolo di confronto presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri avanzata dalla Prefettura di Forlì-Cesena. Sono sicuro, in considerazione della rilevanza del problema, che in Aula si troverà la massima convergenza fra le forze politiche a sostegno delle mie richieste”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento