menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, Casadei (Pd): "Batosta per Lega e Pdl"

Secondo Thomas Casadei, Consigliere regionale Pd, secondo il quale dalle elezioni amministrative "emerge che la destra di governo viene punita anche nel territorio forlivese" per le vicende di Bossi e Berlusconi.

"La destra del territorio forlivese subisce una cocente sconfitta: a Castrocaro dove la Lega ha imposto un suo candidato di fatto ammettendo, con l’assenso del Pdl, che l’amministrazione Metri al suo primo mandato non era stata all’altezza delle aspettative (e il non aver approvato neppure il bilancio 2012 lo dimostra), ma anche a Dovadola dove – con un’operazione di mero opportunismo – ha sostenuto un’ammucchiata all’insegna dell’attacco ai partiti e alla loro funzione, che alla fine gli elettori hanno bocciato".

E' quanto afferma Thomas Casadei, Consigliere regionale Pd, secondo il quale dalle elezioni amministrative "emerge con nettezza che la destra di governo, dopo il clamoroso crollo nazionale con Berlusconi fuori dalla scena e Bossi e la Lega alle prese con il fallimento dei loro propositi nonché con guai giudiziari all’insegna dei peggiori vizi della “partitocrazia”, viene punita anche nel territorio forlivese".

"I dirigenti dei partiti della destra locale in questi giorni hanno utilizzato toni arroganti e sprezzanti nei confronti del Pd e del centro-sinistra arrivando addirittura a parlare di “liquidazione” e di fallimento totale rispetto a vicende complesse, peraltro ancora aperte - continua Casadei -. La realtà dei fatti è che ad essere liquidate – non a parole ma con il voto degli elettori – sono state le loro esperienze di governo: dopo il disastro che ha portato quasi al fallimento dell’Italia, a livello locale – ma pare anche a livello regionale negli altri comuni dove si vota – le loro proposte (ammesso che questo siano “le ronde” o altre cose distanti dalla realtà e dai bisogni dei cittadini) non sono state ritenute all’altezza delle sfide che oggi riguardano i comuni del nostro territorio".

"Ai dirigenti dei partiti della destra suggerisco un poco di umiltà e di tornare a toni consoni ad una sana dialettica democratica - prosegue l'esponente del centrosinistra -. Sono convinto che il lavoro corale svolto dai candidati sindaci del centrosinistra Zelli e Pieraccini – che ha saputo amalgamarsi molto bene con istanze civiche presenti nel tessuto sociale e associativo – possa svilupparsi anche nella nuova fase che li vedrà sindaci e possa progressivamente ridare fiducia ai cittadini, ricreando passioni e voglia di impegnarsi per il bene delle città e del territorio. L’unica via per rigenerare fiducia nei confronti della politica e delle istituzioni è quella della buona politica e della trasparenza, praticata quotidianamente. Il centrosinistra del territorio forlivese è impegnato con determinazione e tenacia in questa direzione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento