menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni, Drei chiude con "2.500 km di campagna elettorale tra la gente e con la gente"

Drei ha ringraziato i tanti volontari che hanno lavorato in queste settimane (50 impegnati direttamente al comitato e 187 aderenti) e ha rimarcato l’attenzione e la vicinanza della politica nazionale e del Governo

Duemilacinquecento chilometri percorsi su tutto il territorio di Forlì, più di 300 incontri con cittadini, gruppi e associazioni, oltre trenta tra quartieri e luoghi toccati. Sono alcuni dei numeri che Davide Drei, candidato sindaco di Forlì per il centrosinistra, ha presentato venerdì nella sede del Comitato di Piazza Saffi, durante la conferenza stampa di chiusura della campagna elettorale. “In questo mio lungo e intenso viaggio nella città e nelle frazioni del nostro Comune, ho avuto la possibilità di incontrare persone e mondi tra i più diversi, ho potuto ascoltarne i bisogni e le istanze su cui lavorare nel futuro, sulla base di un metodo condiviso e fortemente improntato al dialogo”.

Drei ha ringraziato i tanti volontari che hanno lavorato in queste settimane (50 impegnati direttamente al comitato e 187 aderenti) e ha rimarcato l’attenzione e la vicinanza della politica nazionale e del Governo “con il quale abbiamo un filo diretto”, ha detto, ricordando le numerosissime presenze istituzionali, venute a sostenere la sua candidatura, in primis quella del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, del vice segretario nazionale del PD Debora Serracchiani, del Ministro per le Riforme Costituzionali e per i Rapporti con il Parlamento Marie Elena Boschi, del Lavoro Giuliano Poletti, dell’Istruzione dell'Università e della Ricerca Stefania Giannini.

Dialogo prima di tutto, se è vero che tra le richieste emerse con forza dai cittadini in queste settimane c’è quella di una maggiore partecipazione alle decisioni che riguardano Forlì. “Ci viene chiesto di non prendere decisioni senza ascolto - ha detto Drei –. Condivido il fatto che le azioni per la città dovranno essere esito di importanti processi partecipati”. Drei ha rimarcato i punti fermi del suo programma: lotta alla burocrazia, premialità fiscale e agevolazioni specifiche per le imprese virtuose, “che investono nel nostro territorio e generano nuova occupazione soprattutto giovanile e femminile”. E poi i giovani e il mondo universitario, incontrati in più occasioni, che chiedono di essere il traino del rilancio del centro storico e “che vogliono riappropriarsi di Piazza Saffi e ci chiedono di poter essere loro a farla rivivere”, ha sottolineato il candidato sindaco. Un’attenzione particolare è stata poi riservata al mondo rurale. “I nostri agricoltori sono portatori di valori e di modelli di vita in tempi di crisi, come testimonia il ritorno alla terra di tanti giovani”.

Alla conferenza stampa era presente Valentina Ancarani, segretario territoriale del Partito Democratico, che ha sottolineato l’importanza del voto alle elezioni europee: “Un voto fondamentale per portare la Romagna in Europa con il nostro candidato Damiano Zoffoli”.
Presenti anche i rappresentanti delle 4 liste che appoggiano Drei: PD, Con Drei per Forlì, A sinistra con Drei e la lista civica Noi con Drei.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento