menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni europee, tappa a Forlì per le candidate Pd Cecile Kyenge e Elly Schlein

La candidata Elly Schlein proseguirà il tour nel territorio forlivese per l'intera giornata: alle ore 15.30 incontrerà il candidato Sindaco Davide Drei

Si avvicina il 25 maggio e molti candidati del Partito Democratico al Parlamento Europeo incontreranno i cittadini nel nostro territorio. Sabato a Forlì alle ore 10 alla Fiera di Forlì parteciperanno alla "Conferenza Regionale delle Donne Democratiche del PD dell'Emilia Romagna" le candidate Cecile Kyenge e Elly Schlein, entrambe presenti nella lista PD Circoscrizione Nord-est.

La candidata Elly Schlein proseguirà il tour nel territorio forlivese per l'intera giornata: alle ore 15.30 incontrerà il candidato Sindaco Davide Drei nella sede del Comitato Elettorale in P.zza Saffi; alle ore 17.30 aperitivo a Forlimpopoli c/o il bar Kekaffè - Selbagnone dove incontrerà il candidato Sindaco di Forlimpopoli Mauro Grandini; e alle 19.30 Aperi-Cena al circolo Arci di Bertinoro in via Saffi, 27.

La candidata Elly Schlein Italo-americana, laureata in Giurisprudenza a Bologna ma aspirante regista da sempre. Oltre che di cinema, si occupa di immigrazione e di carcere, con l’associazione Progrè, ed anche di comunicazione politica: per anni nelle associazioni universitarie, poi come volontaria durante le campagne di Obama a Chicago, e da qualche tempo nel PD.

Nell’aprile 2013, sull’onda della forte delusione per le vicende legate all’elezione del Presidente della Repubblica, ai famosi 101 ed alla formazione del governo di larghe intese, con molti altri ha dato vita ad #OccupyPD, una mobilitazione spontanea fatta di iscritti ed elettori PD di sensibilità, storie e territori diversi, ma accomunati da una battaglia di profondo rinnovamento e di metodo: contro le correnti e il mancato coraggio di questi anni, per cercare di costruire un partito che sia partecipato, coerente e democratico davvero. “Mi hanno invitata a candidarmi e io ho posto due richieste – ha raccontato –: fare una campagna elettorale collettiva e farla in strada. Perché il vero avversario il 25 maggio sarà l’astensionismo: tanta gente non sa nemmeno che si voterà, o come si voterà”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento