rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Verso le elezioni

Elezioni, il Popolo della Famiglia presenta la sua squadra a sostegno di Zattini: "Investire sulla sanità è una priorità"

Il capolista, l'avvocato Francesco Farolfi, ha precisato che, "come già cinque anni fa, il Popolo della Famiglia è a fianco di Zattini per portare all'attenzione dell'amministrazione il tema centrale della famiglia, punto principale anche del programma di coalizione"

Il Popolo della Famiglia ha presentato la sua lista a sostegno del sindaco Gian Luca Zattini. Il capolista, l'avvocato Francesco Farolfi, ha precisato che, "come già cinque anni fa, il Popolo della Famiglia è a fianco di Zattini per portare all'attenzione dell'amministrazione il tema centrale della famiglia, punto principale anche del programma di coalizione". "Nel 2050 a fronte di 300 anziani avremo solo 100 giovani - ha affermato Farolfi - quindi il tema drammatico della denatalità va affrontato e messo in cima all'agenda. La famiglia che noi intendiamo è quella riconosciuta dall'articolo 9 della Costituzione, mamma papà e figli, cellula fondamentale della società". 

"Rendere nuovamente applicativo il Protocollo di Forlì, che a suo tempo fece nascere numerosi bambini dando alle donne ascolto e aiuto per proseguire la gravidanza, potrebbe essere uno strumento valido per affrontare il calo demografico e sostenere la natalità", secondo il ginecologo Giorgio Cicchetti, uno dei candidati, attivo nel movimento prolife. "Il compito irrinunciabile e insostituibile della famiglia" è stato sottolineato anche da Carla Lodi, che ha portato la sua esperienza di membro della Consulta comunale delle Famiglie e che ha ricordato "come manchi un riconoscimento culturale del valore della famiglia".

"Il 15 maggio era la giornata mondiale della Famiglia, istituita 30 anni fa dalle Nazioni Unite, ma non c'è stato alcun riscontro mediatico - viene aggiunto -. Due giorni dopo, la giornata dedicata all'omotransfobia occupava tutti i giornali. Se poi aumentano le occasioni di incontro per i padroni dei cani, ma non quelli destinati ai genitori a spasso con i loro figli, c'è un problema. Forlì deve diventare una città "a gattoni", non solo "a quattro zampe". C'è bisogno di politiche familiari organiche e di momenti di incontro per le famiglie, come il Festival della Famiglia che si svolge in questi giorni ad Ancona".

Sara Gazzoni, infermiera dell'ospedale di Forlì, ha ricordato che la famiglia è come un prisma che permette di guardare tutti gli aspetti della società, comprese le emergenze sociosanitarie: "A Forlì, nonostante l'eccellenza del nostro ospedale, dovremo affrontare l'allungamento delle liste d'attesa, anche al Pronto soccorso, e il sovraccarico di lavoro dell'ospedale. Un'altra emergenza sarà rappresentata sempre di più dalla gestione degli anziani soli o dei disabili. Il Popolo della Famiglia prevede incentivi all'edilizia per aumentare l"edificabilità e permettere di mantenere il più a lungo possibile gli anziani e i fragili in famiglia".

La necessità di investire nella sanità è vista come prioritaria anche per il sindaco Zattini, che nel suo intervento conclusivo ha ricordato il problema della mancanza di personale medico e infermieristico in alcuni reparti dell'ospedale, come la Pediatra, e il grave problema di sottofinanziamento dell'Asl Romagna. Sull'applicazione del protocollo il nodo, secondo Zattini è rappresentato dall'ASL unica, che lo ha fatto decadere, mentre sull' allarme della denatalità c'è assoluta concordia. "Tutti gli economisti la definiscono il problema numero uno del nostro Paese ", ha ricordato Zattini.

L'ultimo intervento è stato affidato a Mirko De Carli, candidato del Popolo della Famiglia nella lista libertà per il collegio nordorientale . "Abbiamo visto il Parlamento europeo negli ultimi mesi inchiodarsi per il voto dell'aborto come diritto universale, così come in Italia e nella regione Emilia Romagna abbiamo visto i consigli regionali bloccarsi per votare l'eutanasia. La famiglia non è messa al primo punto della scala valoriale dell'agenda politica europea. Questo ci interpella come cristiani e ci dice che le questioni etiche, definite marginali, sono invece decisive anche in Europa".

I candidati

Farolfi Francesco, 58 anni, avvocato
Gazzoni Sara, 55 anni, infermiera
Vasumi Gianluca, 56 anni, medico veterinario
Emanuele Laghi, 38 anni, progettista di impianti elettrici, libero professionista
Panzavolta Silvia, 55 anni, docente universitaria
Brunetti Federico, 48 anni, operaio metalmeccanico
Cicchetti Giorgio, 78 anni, medico ginecologo in pensione
Baldini Lidia, 51 anni, infermiera
Lodi Carla, 55 anni, casalinga
Lepore Marco, 63 anni, insegnante
Casadei Elia Mario, 21 anni, dipendente di agenzia immobiliare
Casadei Teresa, 24 anni, dottoressa in educazione socio culturale
Pieri Gabriele, 76 anni, insegnante in pensione
Pivi Simone, 55 anni, ingegnere elettronico libero professionista
Fantini Marilena, 51 anni, casalinga
Veratti Ivonne, 77 anni, insegnante in pensione
Schiavon Andrea, 43 anni, operaio agricolo
Baldini Marcello, 54 anni, consulente di Caf e patronato
Dima Eugenio, 55 anni, impiegato tecnico
Melandri Alessandra, 61 anni, insegnante
Annunziato Carmine, 48 anni, consulente di Caf e patronato

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, il Popolo della Famiglia presenta la sua squadra a sostegno di Zattini: "Investire sulla sanità è una priorità"

ForlìToday è in caricamento