rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Politica

Elezioni, L’Alternativa per Forlì sostiene la mobilitazione nazionale per l’eutanasia legale

La candidata sindaca Veronica San Vicente ha annunciato di recarsi al banchetto di raccolta firme in via via delle Torri 3

L’Alternativa per Forlì sostiene la mobilitazione nazionale per l’eutanasia legale promossa dall’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti. La candidata sindaca Veronica San Vicente si recherà al banchetto di raccolta firme in via via delle Torri 3 in quanto considera “che alle persone vada data la libertà di scelta sia sui possibili trattamenti di fine vita, per evitare il ripetersi di casi come quello di Eluana Englaro o Piergiorgio Welby, costretti a vedere prolungata un’esistenza che loro stessi non consideravano compatibile con una vita dignitosa. La legge sul fine vita andrebbe rivista in modo da introdurre anche l’eutanasia libera: una legge garantirebbe le persone nel loro diritto di decidere e di morire in modo dignitoso”.

"Questa tematica deve essere affrontata dal legislatore per evitare situazioni di dubbio, come nei casi sopracitati e di illecito come nel caso Dj Fabo, per evitare alle famiglie, già fortemente toccate dal dolore, di rimanere in un limbo giuridico inaccettabile, e di garantire le persone che decidono di non continuare a vivere di farlo in un contesto di legalità e libertà", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, L’Alternativa per Forlì sostiene la mobilitazione nazionale per l’eutanasia legale

ForlìToday è in caricamento