rotate-mobile
Verso le elezioni

Elezioni, Lodi (Alternativa per l'Italia): "Troppe persone deluse dalla politica"

"La distanza tra la politica e gli elettori è drammaticamente palpabile e ho potuto constatarla personalmente incontrando i forlivesi che passavano per la piazza", afferma Carla Lodi, capolista al Senato di Apli

Sabato di banchetto in Piazza Saffi per "Alternativa per l'Italia". "La distanza tra la politica e gli elettori è drammaticamente palpabile e ho potuto constatarla personalmente incontrando i forlivesi che passavano per la piazza - afferma Carla Lodi, capolista al Senato di Apli -. La risposta più frequente che mi hanno dato le persone con cui mi sono fermata a parlare è stata di non voler più esercitare il proprio diritto di voto perché deluse dalla politica o disincantate rispetto a un cambiamento che neppure il ricorso alle urne sembra poter più ottenere. Troppi cambi di casacca, troppe promesse mancate, troppe decisioni calate dall'alto senza considerare i desideri e i bisogni dei cittadini; queste le lamentele dei forlivesi, corredate quasi sempre dall'affermazione lapidaria che "votare non serve a niente perché alla fine i politici nel Palazzo fanno quello che vogliono".

"In effetti, considerata l'assenza di altre bandiere politiche in piazza a due settimane dal voto, in piena campagna elettorale, l'impressione è che la concezione della politica come partecipazione si sia persa, e che le persone si sentano sole e inascoltate - prosegue -. Questa scelta di disimpegno civico, pur legittima, significherà però ancora supina accettazione della situazione attuale fatta di crescenti spese militari, aumento esponenziale dei prezzi, impoverimento della popolazione condannata ad un inverno al gelo, nuove limitazioni dei diritti costituzionali sacrificati da provvedimenti irrazionali di governanti incapaci".

"Di fronte a tanta disillusione, "Alternativa per l'Italia" si presenta non come un partito antisistema di protesta, ma come una proposta politica alternativa capace di dare risposte immediate ai cittadini; per questo chiede la loro fiducia, per poterli rappresentare nelle istituzioni. Noi non abbiamo parlamentari da rieleggere - continua Lodi - ci siamo impegnati nella estenuante raccolta di migliaia firme per essere presenti sulla scheda mentre chi ne era esentato per privilegio parlamentare si contendeva i posti migliori nelle liste; questa fatica, però, ci ha permesso di essere fra la gente e di intercettare quel desiderio di normalità, di pace e di libertà che oggi viene messo in pericolo da scelte politiche che rispondono più a interessi esterni e sovranazionali che ai bisogni reali della gente".

"Mentre nel pomeriggio incontravo le persone al banchetto, ben due matrimoni si celebravano in contemporanea nel cuore della nostra città, con rito civile l'uno e con rito religioso l'altro - conclude -. Mi è sembrata la risposta migliore al clima di sfiducia respirato fino a quel momento. C'è ancora chi scommette sul futuro e crede nella famiglia, c'è chi si assume con gioia responsabilità e impegni comuni. La politica deve prendersi a cuore questi sposi e garantire a loro e ai loro figli sicurezza e stabilità. Il programma di "Alternativa per l'Italia" mette al centro proprio le famiglie, i giovani, il lavoro, interventi concreti per un futuro migliore possibile. Per dimostrare questo non mancherò di tornare in piazza per incontrare i cittadini sabato prossimo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Lodi (Alternativa per l'Italia): "Troppe persone deluse dalla politica"

ForlìToday è in caricamento