Elezioni, passeggiata elettorale del M5S: si svela la mappa pedonale “metro minuto”

"La nostra iniziativa vuole promuovere ulteriormente la mobilità pedonale e non motorizzata, in una città che deve ancora crescere molto nella pianificazione ed organizzazione del proprio centro storico"

Il Movimento 5 Stelle di Forlì organizza una passeggiata elettorale sabato dalle 15 alle 16 con partenza e capolinea piazzetta San Crispino. "Sarà l'occasione per fare due passi in centro e chiacchierare con chiunque vorrà accompagnarci del nostro programma e delle nostre idee per la città - spiega il candidato sindaco Daniele Vergini -. Nell'occasione sarà distribuita la mappa pedonale "metro minuto", sviluppata dai nostri attivisti, che mostra informazioni su distanze e tempi di percorrenza a piedi tra le principali località del centro storico. La nostra iniziativa vuole promuovere ulteriormente la mobilità pedonale e non motorizzata, in una città che deve ancora crescere molto nella pianificazione ed organizzazione del proprio centro storico, da decenni dimenticato dalle amministrazioni comunali che si sono susseguite".

"Negli ultimi anni il Comune di Forlì non ha compiuto molti passi in avanti nello sviluppo della mobilità sostenibile nella città, inoltre sono carenti i cartelli turistici e la segnaletica orizzontale è spesso inesistente - dice l'esponente pentastellato -. Spesso i turisti in uscita dalle mostre del San Domenico chiedono indicazioni agli esercenti locali ed è proprio in quest'ottica che abbiamo pensato "metro minuto" una mappa sinottica la cui grafica ed estetica contribuiscono e ad un più facile orientamento grazie alle diverse linee di colore che fanno parte di un'iconografia urbana contemporanea"

"Un'idea che si inserisce perfettamente nel nostro programma ",Turismo" - chiosa il candidato sindaco -. Intendiamo sicuramente conservare ciò che di buono è stato fatto in questi anni nei musei San Domenico, ma per promuovere realmente il turismo nella nostra città è necessario investire anche sui molti altri patrimoni dimenticati, a partire dalla Rocca di Ravaldino dimenticata dalle precedenti amministrazioni che noi intendiamo far rinascere ricostruendo una corte del 1500 e collegandola al personaggio storico di Caterina Sforza. Servono poi piccoli ma importanti accorgimenti come la creazione di un punto informativo fisso all'uscita del San Domenico, e l'installazione di targe e tabelle storico-descrittive nei punti di maggior interese. Intendiamo inoltre creare un "ecomuseo" negli argini fluviali per valorizzarli maggiormente. E promuoveremo un turismo accessibile per i diversamente abili, azione importante dal punto di vista solidale, ma che potrebbe essere anche una importante nicchia di mercato".

Mappa metro minuto

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

Torna su
ForlìToday è in caricamento