Elezioni, Zattini trova nuovi alleati: sancito il patto tra Lega e Partito Repubblicano

Al centro del programma politico la sicurezza, il lavoro e la rivalutazione di Forlì come città metropolitana, connessa al resto della Romagna

Si rafforza la coalizione a sostegno della candidatura a sindaco di Gian Luca Zattini. La Lega ha infatti sancito l'alleanza con il Partito Repubblicano. Al centro del programma politico la sicurezza, il lavoro e la rivalutazione di Forlì come città metropolitana, connessa al resto della Romagna. "Volevo ringraziare il Partito Repubblicano, era una mia ambizione poterlo avere come alleato - evidenzia Zattini -. Sia io che Oliviero Widmer Valbonesi (membro del Pri, ndr) vogliamo rimettere Forlì al centro della Romagna, ricostruendo il dialogo con la regione. Sembriamo un'isola nel mare, mentre in realtà siamo parte integrante del sistema Romagna".

"Da troppo tempo la sinistra dorme al governo, mentre noi siamo ai margini ed è arrivato il momento di cambiare - chiosa il candidato sindaco -. Il nostro obbiettivo principale è di garantire la sicurezza ai cittadini. Vogliamo restaurare il centro storico di Forlì e modernizzare le infrastrutture che collegano la nostra città a Cesena, a Ravenna, alla riviera ed agli altri paesi della Romagna. Ci impegneremo inoltre per portare la facoltà universitaria di medicina nella nostra città, abbiamo l'ospedale migliore della Romagna ed enti scientifici eccellenti, dobbiamo farcela".

Jacopo Morrone, membro della Lega e sottosegretario alla giustizia, sottolinea "il bisogno di cambiamento e di innovazione della città di Forlì". "Salvini è un'icona di libertà, di possibilità e miglioramento, possiamo identificarci tutti nella sua figura. Sono felice che Alessandra Ascali Raccagni si sia unita a noi. Nella nostra coalizione non ci sono posizioni o capilista, siamo una squadra e puntiamo al bene comune". L'esponente del Carroccio ha ribadito come i temi centrali del programma di governo siano lavoro e sicurezza ("le forze dell'ordine e videosorveglianza devono garantire la serenità ai cittadini").

Valbonesi ha ribadito "a necessita di collegare Forlì al resto della Romagna", criticando "l'atteggiamento campanilista" proprio della città mercuriale. Raccagni, candidata del Pri, si è espressa favorevolmente in merito alla nuova alleanza con la Lega. "Ho trovato nella Lega il richiamo ai nostri principi tradizionali - evidenzia -. Dobbiamo ridare a Forlì un futuro recuperando la nostra storia ed il nostro patrimonio artistico e culturale. Un esempio pratico? Il palazzo del Merenda è chiuso da dieci anni ma racchiude gran parte della nostra ricchezza culturale. Dobbiamo riaprirlo".

Massimiliano Pompignoli, consigliere regionale della Lega, sottolinea invece un altro punto focale del programma del candidato sindaco Zattini: "La necessità di modernizzare le infrastrutture ed i trasporti". E conclude: "Non abbiamo bisogno di promettere la luna ma di fare. Ci siamo uniti e siamo pronti a metterci in gioco. Abbiamo scelto persone in grado di governare, possiamo portare Forlì al centro della Romagna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Continua il tour romagnolo della Dea Bendata: dopo i gratta e vinci ecco il colpo con la Lotteria Italia

  • Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

  • Bel regalo di Natale in anticipo: gratta e vince una bella somma col 46 di Valentino Rossi

  • Postano su Facebook la foto del gatto rubato dal negozio: madre e figlia nei guai

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

Torna su
ForlìToday è in caricamento