Elezioni, plauso della FdS a Kabir Canal

Le elezioni di Dovadola e Castrocaro Terme e Terra del Sole hanno visto la netta affermazione del Centro Sinistra e il crollo verticale del PDL e della Lega Nord

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Le elezioni di Dovadola e Castrocaro Terme e Terra del Sole hanno visto la netta affermazione del Centro Sinistra e il crollo verticale del PDL e della Lega Nord. Fomentare la paura e aizzare la guerra fra poveri non paga più. L’incapacità del PDL di governare e l’incoerenza della Lega Nord, impegnata più a trafficare in lingotti e gioielli che a fare gli interessi della gente, hanno portato ad una loro completa disfatta ed al prevalere di una visione solidale della politica.  

A Dovadola, la soddisfazione per l’affermazione plebiscitaria (ben 147 preferenze su 534 voti di lista) di Kabir Canal, è massima. L’enorme successo di Kabir infatti è il frutto meritato del lavoro coerente di questi anni di opposizione e di un’idea  appassionata di fare politica.  Gli auguriamo perciò buon lavoro, anche come futuro vicesindaco. Noi ci impegneremo per la riapertura di un circolo culturale e politico della Sinistra a Dovadola. Riteniamo indispensabile il radicamento nei territori, poiché da ciò si costruisce un’idea di comunità basata sulla solidarietà e sulla giustizia sociale.

A Castrocaro Terme e Terra del Sole il risultato di Stefano Berti (candidato civico che appoggiavamo) ci vede abbastanza soddisfatti, sebbene non sia entrato in Consiglio Comunale il consenso ricevuto ci permette di continuare un percorso territoriale di rilancio di una aggregazione politico-culturale di sinistra in grado di rimettere al centro della discussione il tema della partecipazione dei cittadini e dei beni comuni.

Complessivamente i risultati di Dovadola e Castrocaro Terme e Terra del Sole ci fanno ben sperare per il futuro e ci spingono a continuare il lavoro intrapreso. Con spirito di servizio proseguiremo le nostre battaglie in difesa dei cittadini e dei più deboli, a partire dalla manifestazione del 12 maggio contro le politiche del governo Monti e ci impegneremo affinchè anche in Italia arrivi il vento del cambiamento di Francia e Grecia.

Torna su
ForlìToday è in caricamento