Elezioni, Acri (Forza Italia): "Il punto sosta dei camper in via Servadei preda di vandali e nomadi"

L'area, costruita alla fine degli anni 90, è attrezzata unicamente per lo scarico delle acque reflue che non dispone di servizi igienici, ma è comunque dotata di fontanella

"Il punto sosta camper di via Don Eugenio Servadei, a Pieve Acquedotto, nelle vicinanze del casello autostradale, preda dei vandali e nomadi". E' quanto sostiene Raffaele Acri, componente del coordinamento comunale di Forza Italia e candidato alle elezioni amministrative del 26 maggio. L'area, costruita alla fine degli anni 90, è attrezzata unicamente per lo scarico delle acque reflue che non dispone di servizi igienici, ma è comunque dotata di fontanella

La zona, osserva l'esponente berlusconiano, "veniva occupata sistematicamente e per periodi prolungati da carovane di nomadi, famiglie che sistematicamente danneggiavano il sito rendendolo inservibile. Una situazione mal gestita dalle giunte comunali dell’epoca, sempre con assessori e sindaci di sinistra, che  dopo  feroci polemiche politiche, fra il 2007 e il 2008, si concluse con la chiusura temporanea  dell’area. Oggi la struttura è di fatto abbandonata, mal frequentata e con una fontanella funzionante che distribuisce acqua a spese della collettività. Eppure, non sarebbe necessario un grosso investimento per ripristinare la struttura che potrebbe essere definita con cancello di accesso a pagamento, telecamere, distributori di bevande ed il vicino prato attrezzato per famiglie e camperisti con relativa area gioco per i più piccoli. Un punto service così strutturato apporterebbe il giusto introito alle casse del Comune, posto che il manufatto così oggetto di incuria attualmente rimane solo un ulteriore spreco di danaro pubblico".

L’esponente di Forza Italia ricorda che" sarebbe opportuno per un’amministrazione comunale che ha inserito il turismo, attraverso la tassa di soggiorno, fra le voci essenziali del bilancio “agganciare” il segmento dei camperisti garantendo loro supporti e comfort che li convincerebbero a sostare nei nostri confini ampliando il raggio del soggiorno a Forlì. Abbiamo documentato con un video che ho pubblicato nella mia pagina Facebook, lo stato di abbandono in cui versa l’area di via don Servadei. La mancanza di un punto service che duplichi quello posto a ridosso della via Salinatore, penalizza il nostro territorio dei benefici diretti ed indotti derivanti dalla sosta dei turisti su camper provenienti dalla vicina via Ravegnana".

"Non s’è preso in considerazione il fatto che turisti e camperisti che approdano nell’area di via Servadei, potendo godere di maggiori confort e magari di servizio di bus navetta, potrebbero  sostare  più a lungo  e magari concedersi una visita più approfondita alle bellezze o alle strutture di vendita cittadine ed anche del centro storico e invece, purtroppo, imboccano l’autostrada e vanno via. E’ proprio questo il modo di rilanciare il turismo che ha in mente la giunta comunale del Pd?", chiude amaramente Acri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro frontale sulla via per la Tangenziale: uno degli automobilisti non ce l'ha fatta

  • Dramma in A14, auto si schianta fuori strada e si ribalta nel fosso colmo d'acqua: un morto ed una donna ferita

  • Si ritrova "sgraditi ospiti" nella minestra: protesta per le larve nel pacco di pasta

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Scontro frontale sotto il diluvio nei pressi della Tangenziale: due feriti, uno è gravissimo

  • Nuova avventura per Riccardo La Corte: brindisi d'inaugurazione per il nuovo ristorante che porta il suo nome

Torna su
ForlìToday è in caricamento