menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni regionali, Elisa Deo rintuzza Morrone: "Vinco su Lega e Pd, ma quale carro dei vincitori"

“La Lega, di cui Jacopo Morrone è stato a lungo segretario provinciale, per tre elezioni amministrative a Galeata è stato il principale competitor e per ben tre volte consecutive ha subito sconfitte cocenti"

“La Lega, di cui Jacopo Morrone è stato a lungo segretario provinciale, per tre elezioni amministrative a Galeata è stato il principale competitor e per ben tre volte consecutive ha subito sconfitte cocenti. In senso assoluto, oramai da anni, Galeata è un paese di centrodestra, ma guarda caso le elezioni comunali non le ha mai vinte, perché si è dato più valore alle persona candidata a discapito del fattore ideologico. Proprio come ho fatto io accettando la candidatura a sostegno di Stefano Bonaccini sulla base del merito e del suo progetto per l’Emilia-Romagna”: è la replica del sindaco Elisa Deo a Morrone, che l'ha attaccata in un botta e risposta ormai serratissimo in vista delle Elezioni Regionali.

Aggiunge Deo: “Sottolineo che a Galeata oltre alla Lega anche il PD è all’opposizione, ed io sono Sindaco a capo della lista civica LiberaMente da due mandati; quindi nessuna folgorazione sulla via di Damasco o volontà di salire su qualche carro, meno che meno su quello del PD. Faccio parte di Italia in Comune “il partito dei sindaci” che ho contribuito a fondare e sono membro della direzione nazionale. Prossimamente il Presidente e Sindaco di Parma Federico Pizzarotti sarà a Galeata per sostenere la mia candidatura. Come Italia in Comune abbiamo deciso di sostenere Bonaccini all’interno della Lista Civica del Presidente, ed io sono la candidata al Consiglio Regionale per la circoscrizione provinciale di Forlì-Cesena. Un’adesione del tutto coerente all’interno di una coalizione ampia ed eterogenea che ha trovato la giusta sintesi nel supporto ad una persona all’altezza del ruolo, capace, concreta e molto vicina ai territori come Bonaccini”.

“La dimostrazione è stata data ieri, quando per la settima volta è tornato a Galeata. Avrei potuto approfittarne per fare il bagno di folla e sponsorizzare la mia candidatura, ed invece ho preferito mostrargli due realtà simboliche come la Cooperativa di Comunità di San Zeno e l’Istituto IPSIA Vassallo. Per questo non provo alcun imbarazzo, quanto più per aver utilizzato locali di proprietà comunale in orario extrascolastico senza incontrare né studenti né personale docente. Ricordo all’On. Morrone che la scuola non ha colore politico, ma ha invece bisogno di supporto ed attenzione poiché la vitalità e lo sviluppo di un territorio marginale di montagna come quello da me amministrato passa inderogabilmente da lì”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento