Politica

Elezioni regionali, Vanda Burnacci (Forza Italia): Aumentare i treni dopo le 24 tra Bologna e la Romagna"

A lamentarsi di questa situazione è la capolista nel collegio di Forlì-Cesena alle elezioni regionali di Forza Italia, Vanda Burnacci, che ha sollevato il problema dopo aver consultato numerosi pendolari

"Non è di un paese moderno, non quello che pretende di sbandierare Bonaccini, un collegamento ferroviario tra Bologna, Forlì e Cesena che obblighi gli utenti a tornare a casa prima della mezzanotte, come cenerentola. Le ultime corse dal capoluogo sono un treno regionale delle 22.32 e un Intercity notte delle 23.10. Chi tra lavoratori, studenti, professionisti o semplici cittadini, per mille motivi, volesse utilizzare il trasporto su ferro dopo mezzanotte sarebbe impossibilitato a farlo, visto che le prime corse sono molte ore dopo, all’alba, con due treni regionali, alle 5 ed alle 6 di mattina. Assurdo". A lamentarsi di questa situazione è la capolista nel collegio di Forlì-Cesena alle elezioni regionali di Forza Italia, Vanda Burnacci, che ha sollevato il problema dopo aver consultato numerosi pendolari.

"Questo incredibile disservizio va avanti da anni e mai una volta gli amministratori regionali si sono sentiti in dovere di venire incontro alle richieste, ai diritti violati, dei cittadini - afferma la candidata berlusconiana -. Da parte nostra c’è, invece, in caso di vittoria alle elezioni regionali la piena disponibilità a rafforzare il servizio ferroviario notturno, ma anche diurno, visto che dalle 6 alle 11 i treni regionali sono insufficienti per le migliaia di pendolari che ogni giorno utilizzano la tratta Bologna-Forlì-Cesena-Rimini e sono costretti quasi a prendere d’assalto i convogli esistenti".

“Il trasporto pubblico, quello viario e in questo caso quello ferroviario, è un diritto per i cittadini e le amministrazioni devono investire somme maggiori per migliorare il servizio e aumentare la qualità della vita e la serenità di chi lo utilizza. Anche per questo ho firmato la piattaforma programmatica dell’Ugl che prevede l’impiego delle guardie giurate armate nelle corse ferroviarie notturne, teatri spesso di aggressioni, furti o vandalismo - conclude -. Così non è stato fino ad oggi con il centrosinistra che ha governato l’assemblea legislativa regionale e a maggior ragione è necessario il ricambio politico, che auspichiamo si concretizzi  col voto del prossimo 26 gennaio. Tocca agli elettori fare la scelta giusta".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali, Vanda Burnacci (Forza Italia): Aumentare i treni dopo le 24 tra Bologna e la Romagna"

ForlìToday è in caricamento